Il clima riduce salute ed economia dei Paesi poveri

MeteoWeb

C’e’ un rapporto tra clima, diffusione delle malattie ed economia? Decisamente si’ secondo un nuovo studio coordinato da Matthew Bonds, economista dell’Harvard Medical School, che sostiene che le malattie trasmesse da vettori e parassiti hanno notevoli ripercussioni sullo sviluppo economico delle diverse aree del mondo e sono fattori determinanti delle differenze di reddito tra i Paesi tropicali e le zone dal clima temperato. Tutta “colpa” dell’ambiente dissimile che nei luoghi piu’ caldi e secchi facilita la diffusione di malattie causate da fattori ecologici locali. Fattori che aumenteranno la loroinfluenza negativa con la riduzione della biodiversita’ naturale causata dal riscaldamento globale e dall’inquinamento crescente. Uno scenario che ha implicazioni significative sull’economia delle politiche sanitarie nei paesi in via di sviluppo. La ricerca collega diffusione di malattie, condizioni ecologiche dei luoghi in cui si sviluppano e crescita economica, enfatizzando l’elemento di differenza ambientale e climatica tra i paesi industrializzati e quelli poveri come elemento scatenante del gap di benessere. Secondo la ricerca, ad esempio, la diffusione delle malattie parassitarie nelle aree del mondo a clima secco e’ un inibitore dello sviluppo dell’economia di un paese esattamente come le attivita’ criminali. Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista Plos Biology.