Il meteorite ritrovato in California è stato uno dei frammenti spaziali più veloci e rari di sempre

MeteoWeb
Palla di fuoco nel cielo

Il meteorite ritrovato in California, dopo che aveva prodotto un’eccezionale palla di fuoco nel cielo, è stata tra le più veloci e rare rocce spaziali che hanno raggiunto la superficie della Terra. E’ quanto sostiene un team internazionale di nove scienziati del Seti Institute, dell’Università della California e di altre istituzioni. Il frammento, caduto il 22 Aprile scorso, è una condriite carboniosa, composta da polvere cosmica e da altri materiali che hanno contribuito a formare i pianeti del nostro Sistema Solare. La sua età risale a circa 4,5 miliardi di anni, e potrebbe rappresentare un frammento di asteroide o di una cometa gioviana. Il suo percorso sino a noi è stato molo eccentrico, cominciato probabilmente nei pressi dell’orbita di Giove, passando per Mercurio e Venere, per poi cadere nell’atmosfera terrestre. Il frammento è entrato nella nostra atmosfera ad oltre 100.000 Km/h, risultando più energico anche del frammento caduto in Sudan nel 2008. “Se si fosse trattato di un oggetto molto più grande, avrebbe causato un disastro”, sostiene Qing-zhu Yin, professore di geologia e co-autore dello studio.

Credit: Gregory Urquiaga/UC Davis photo

Prima di entrare in atmosfera, si stima che la roccia avesse un peso di 45 tonnellate, la maggior parte della quale  si è bruciata per attrito. Al suolo, scienziati e collezionisti, ne hanno ri trovati circa 2 Kg nelle foreste e nei parchi locali. Al momento della caduta, Yin, sostenuto da una squadra di studenti e volontari, ha analizzato i campioni con alcune delle attrezzature più specializzate per misurarne l’età e la composizione, oltre a convocare un gruppo di ricercatori internazionali per condividere informazioni sulla mineralogia della roccia, sulle sue tessiture interne, sulla composizione chimica e isotopica, ed infine sulle sue proprietà magnetiche. “Questa prima relazione sulla base dei risultati iniziali fornisce un inizio per spingerci verso una ricerca più dettagliata”, aggiunge Yin. I ricercatori stanno ancora analizzando un tipo simile di meteorite che cadde nello stato Victoria, in Australia, nel 1969, lo stesso anno in cui Neil Armstrong e Buzz Aldrin hanno restituito i primi campioni lunari sulla Terra. “Impareremo molto di più anche grazie a questo evento”, conclude lo scienziato.