Il tifone Bopha devasta l’isola di Mindanao, decine di morti nel sud delle Filippine

MeteoWeb

E’ salito ad almeno 52 morti, il bilancio del tifone Bopha, il più violento dell’anno, nelle Filippine. La tv locale Abs-Cbn ha riferito di 43 morti nella città meridionale di New Bataan, nella provincia di Compostela Valley (Davao), che si trovava proprio lungo il percorso del tifone che viaggiava a 210 chilometri orari, mentre all’alba sono state colpite le coste orientali e dell’isola di Mindanao (la seconda maggiore isola dell’arcipelago). L’esercito ha riferito che uno smottamento di terreno ha distrutto una base militare nell’area montagnosa della città, mentre – secondo le autorità locali – un camion carico di soldati e civili è stato spazzato via da un’inondazione improvvisa. Manila non ha confermato il bilancio fornito dalla tv locale, sottolineando che i soccorritori stanno avendo problemi a raggiungere la città. Secondo le autorità, ci sono nove morti confermati, tutti, eccetto uno, registrati sull’isola di Mindanao, nel sud del paese.