Influenza: è iniziata l’epidemia 2012-2013

MeteoWeb

Il comunicato ufficiale dell’Istituto Superiore di Sanità informa nel suo bollettino settimanale l’inizio della curva epidemica per l’influenza. Stando ai dati relativi alla settimana dal 17 al 23 dicembre si è registrato un netto aumento dei casi nella fascia 0-4 anni, un incremento significativo anche nella fascia 5-14 e in generale un trend che rappresenta i segni dell’inizio della campana epidemica. Vale a dire che nelle prossime settimane la diffusione dell’influenza aumenterà verosimilmente non linearmente ma esponenzialmente, mettendo a letto moltissime persone, considerando che quest’anno sono previsti circolare 3 virus differenti, 2 dei quali rappresentano delle “novità” relative per il nostro sistema immunitari, inclusi nel vaccino stagionale. L’incidenza totale è passata da 1,66 a 2,18 casi per 1000 assistiti

Il vaccino rappresenta l’unico metodo scientifico per non ammalarsi, benché ancora troppe persone lo considerino pericoloso e inutile. Chiaramente non si tratta del rimedio di tutti i mali: i virus e i batteri in circolazione sono numerosissimi. Bene sarebbe invece concentrarsi sulle norme igieniche corrette: lavarsi le mani molto bene prima di toccare i cibi, usare prodotti appositi con capacità germicide, pretendere che i negozianti non tocchino i soldi e il cibo quando vi servono senza usare accorgimenti. I virus influenzali sono altamente resistenti alle alte temperature e restano a lungo attivi anche su superfici inermi e in aria. Le regole per la prevenzione partono dalla conoscenza, non certo da frasi da medioevo quali “il vaccino non serve perché gli anticorpi devono farsi da soli”. Che è esattamente ciò che  il vaccino consente di formare senza necessariamente stare male e rischiare complicazioni quali endocardite o polmonite.

http://www.prontometeo.it