L’allerta meteo dell’aeronautica militare per la Tempesta dell’Immacolata: neve in pianura al nord, forte maltempo al centro/sud

MeteoWeb

Il Servizio meteorologico dell’ Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’ Italia. Situazione: aria fresca proveniente dal nord Atlantico, in via di temporanea attenuazione, determina residue condizioni di instabilita’ sulle regioni adriatiche e al sud. Tempo previsto fino alle 7 di domani. Nord: addensamenti nuvolosi sulle zone di confine alpine con sporadiche precipitazioni; qualche annuvolamento compatto si potra’ avere ancora sulle Venezie e sulla Romagna con possibili brevi rovesci; cielo in prevalenza sereno sul resto del nord con velature in arrivo sul settore occidentale in serata. Centro e Sardegna: ampie schiarite su tutte le regioni tirreniche e sull’Umbria con qualche residuo annuvolamento piu’ consistente sulla parte settentrionale dell’isola; addensamenti nuvolosi localmente compatti potranno dar luogo ad isolati rovesci o temporali su Marche ed Abruzzo, specie lungo le zone costiere; in nottata sulle Marche settentrionali possibile neve a quote collinari. Dopo il tramonto e al primo mattino formazione di occasionali banchi di nebbia nelle vallate interne. Sud e Sicilia: cielo nuvoloso su gran parte del meridione, con rovesci sparsi e isolati temporali sulla Sicilia settentrionale, sulla Calabria, sulle coste del Molise e sulla Puglia. Qualche schiarita in piu’ dalla serata, specie su Campania, Basilicata e Sicilia meridionale. Temperature: minime in generale diminuzione. Venti: dai quadranti settentrionali, forti di Maestrale su Sardegna, Sicilia e Calabria meridionale, con tendenza a graduale attenuazione dalla sera; moderati sulle restanti regioni con rinforzi serali sulle coste di Romagna, Marche e Abruzzo. Mari: molto agitati il Mare e Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia e il Tirreno meridionale, con moto ondoso in graduale attenuazione; agitato lo Jonio meridionale; molto mossi i restanti mari.

Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, venerdi’ 7 dicembre. Nord: inizialmente cielo sereno sul Triveneto ed estesa nuvolosita’ medio-alta sulle restanti zone con addensamenti compatti limitati al settore alpino occidentale dove sono associati a precipitazioni nevose sulle aree di confine. Rapido peggioramento sulle regioni occidentali con precipitazioni nevose dalla tarda mattinata sulla Valle d’Aosta e fino in pianura sul Piemonte e sulla Lombardia occidentale, a quote collinari sulla Liguria. Nel pomeriggio le precipitazioni nevose si estendono verso est interessando fino in pianura tutte le restanti regioni settentrionali, ad eccezione delle aree costiere del basso Veneto e della Romagna dove le precipitazioni si presentano sotto forma di pioggia. Durante la sera cessano i fenomeni sulle regioni occidentali insistendo su quelle orientali con neve fino in pianura, specie sull’Emilia, e pioggia sulle aree costiere della Romagna. Centro e Sardegna: poche nubi sull’isola ed annuvolamenti medio-alti sulle regioni peninsulari, piu’ compatti sull’alta Toscana e sulle Marche. Nuvolosita’ in aumento con passare delle ore con precipitazioni nevose a quote collinari ad iniziare dall’alta Toscana dal pomeriggio, in estensione alle aree interne delle restanti regioni peninsulari. Alla sera aumentano le nubi anche sulla Sardegna a cui si associano precipitazioni; si intensificano invece i fenomeni sulle regioni tirreniche peninsulari, a carattere temporalesco tra bassa Toscana, alto Lazio ed Umbria occidentale, anche a carattere grandigeno e con nevefino in collina. Sul finire della serata, precipitazioni nevose, localmente fino in pianura, interessano le aree interne centro-settentrionali della Toscana e dell’Umbria. Sud e Sicilia: poche nubi su tutte le regioni con tendenza all’aumento della nuvolosita’ nel corso del pomeriggio ad iniziare della Campania, in un contesto comunque di assenza di fenomeni significativi fino in serata quando le prime precipitazioni interessano la Campania ed il Molise con neve in appennino oltre gli 800-1000 metri. Temperature: in diminuzione al centro-nord, specie in Pianura padana, stazionarie altrove. Venti: da moderati a forti nord-occidentali sulla Sardegna; moderati occidentali sulle aree tirreniche, tendenti a divenire forti in serata sul Lazio; da deboli a moderati orientali al nord; deboli settentrionali altrove, con rinforzi sulla Puglia. Mari: da mossi a molto mossi lo Jonio, il Tirreno, Mare e Canale di Sardegna, con moto ondoso in rapido aumento fino a divenire molto agitato sul Mare di Sardegna e sul Tirreno centro-settentrionale; da poco mossi a mossi i restanti mari con moto ondoso in aumento.

Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. Sabato 8 dicembre Nord: ampi rasserenamenti sulle regioni occidentali per l’intera giornata con estese gelate al mattino. Molte nubi su quelle orientali con precipitazioni sull’Emilia Romagna, anche nevose fino in pianura, piu’ abbondanti nella seconda parte del giorno. Centro e Sardegna: parziali schiarite sulla Toscana e sulle aree costiere del Lazio; estesa nuvolosita’ sulle restanti zone con precipitazioni temporalesche sulla Sardegna, nevose fino a bassa quota sulle Marche, in estensione nel corso della giornata sull’Umbria e aree interne della Toscana. In serata migliora sulla Sardegna e peggiora sulle aree interne peninsulari con neve fino a bassa quota sull’Abruzzo e nel Reatino. Sud e Sicilia: molte nubi su tutte le regioni con precipitazioni, specie sulle aree tirreniche con attivita’ temporalesca, anche a carattere grandigeno, sulla Calabria e sulla Sicilia. Temperature: minime in aumento al sud e sulla Sardegna, stazionarie altrove; massime in aumento al nord-ovest ed al sud, in diminuzione al centro, stazionarie altrove. Venti: da forti a molto forti di Maestrale sulla Sardegna; forti, settentrionali sul medio ed alto Adriatico, sud-occidentali sulle aree joniche e sulla Puglia; moderati, settentrionali sulle regioni centrali tirreniche, occidentali sul resto del sud con rinforzi sulle aree costiere esposte; deboli mediamente settentrionali in Pianura Padana. Mari: grosso Mare e Canale di Sardegna; agitato l’Adriatico, il Tirreno, lo Stretto di Sicilia e lo Jonio con moto ondoso in aumento fino a divenire molto agitato sul Tirreno meridionale e sull’alto Adriatico; da mossi a molto mossi i restanti mari. Domenica 9 dicembre Migliora rapidamente su tutto il centro-nord col passare delle ore; estese gelate mattutine. Annuvolamenti ancora intensi al sud con piogge, specie tra Calabria e Sicilia. Lunedi’ 10 dicembre Tende a peggiorare al nord per il passaggio di un veloce corpo nuvoloso a cui si associano delle precipitazioni. Irregolarmente nuvoloso sulle restanti zone del paese in un contesto di moderata ventilazione settentrionale. Martedi’ 11 e Mercoledi 12 dicembre Alternanza di schiarite ed annuvolamenti su tutto il territorio in un regime di ventilazione che tende a divenire nord-occidentale ad iniziare dalla Sardegna, con piogge sul versante adriatico nella giornata di martedi’ ed al sud nella giornata di mercoledi’.