Maltempo, l’uomo travolto dal torrente in piena nel salernitano prima di morire ha salvato il figlio

MeteoWeb

Aveva messo in salvo il figlio di 12 anni prima di essere travolto dal fiume, Raffaele Cantalupo, il 47enne cilentano deceduto nella tarda mattinata di oggi nelle acque del fiume Alento, nel comune di Cicerale. Un gesto generoso che probabilmente gli e’ costato la vita. La circostanza e’ emersa dalla testimonianza dei soccorritori giunti sul posto poco dopo la tragedia. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, la jeep a bordo della quale vi erano la vittima, il figlio dodicenne e un giovane di 20 anni, si sarebbe improvvisamente fermata al centro del greto. L’uomo avrebbe quindi deciso di mettere in salvo il bambino, tirandolo fuori dall’auto rimasta impantanata in mezzo al guado e mettendolo sull’argine, prima di ritornare verso l’auto, proprio mentre la piena del fiume lo travolgeva trascinandolo a valle. A recuperare il corpo dell’uomo sono stati in seguito i sommozzatori del vigili del fuoco.