New York è nata a seguito di giganteschi sconvolgimenti geologici e climatici: domani sera ne parlerà ‘Atlantide’ su La7

MeteoWeb

Ottavo appuntamento con la nuova stagione di ‘Atlantide’, domani alle 21.10 su La7, condotta dal geologo e primo ricercatore del Cnr Mario Tozzi, con Greta Mauro. Il programma sara’ a New York, a Manhattan, per una caccia al tesoro, alla ricerca d’indizi utili per ricostruire la ‘storia geologica’ della citta’. Si seguiranno le varie tappe che, nel corso di milioni di anni, hanno portato alla New York che oggi conosciamo. Si partira’ dal nord di Manhattan, dove ci sono tracce geologiche di 450 milioni di anni fa, quando New York non si affacciava neanche sul mare, per poi arrivare sul fiume che costeggia il quartiere ad Ovest, l’Hudson, le cui scogliere – le palizzate – testimoniano il distacco dell’America dall’Africa. Si scendera’ anche nel centro della citta’, per fare due passi nel Central Park: qui, infatti, nascosti nell’erba, ci sono gli indizi dei ghiacci che ricoprivano New York nella preistoria. Atlantide mostrera’ anche come New York sia nata in seguito a giganteschi sconvolgimenti geologici e climatici, scoprendo che ancora oggi rischia di venire travolta dai fenomeni meteorologici estremi. Questo dara’ modo di parlare di una minaccia che riguarda anche altre parti del mondo: le onde anomale. Oltre al passato della Grande Mela, ci si soffermera’ anche sul suo futuro. Atlantide andra’ in un luogo in cui e’ stato realizzato un interessante progetto di riqualificazione urbana che permette di riportare il verde in citta’, le Highlines. Si parlera’ quindi di quello che e’ stato un trionfo mondiale di bio architettura: il Garden by the Bay di Singapore.