Previsioni Meteo: a inizio settimana nuova ondata di maltempo, torna il freddo anche al centro/sud

    /
    MeteoWeb

    Continua a far freddo al nord con piogge e nevicate sulle Alpi e con nubifragi tra Liguria e Toscana, dove alcune località sfiorano i 400mm di pioggia nelle ultime 30h. Piove anche nelle Regioni centrali Tirreniche, mentre al centro/sud pur con cieli molto nuvolosi, le temperature sono più elevate in modo particolare nelle Regioni Adriatiche e tra le isole maggior, pur senza alcun picco particolarmente rilevante per metà dicembre: Catania e Cagliari hanno raggiunto i +19°C, Palermo, Trapani e Pescara i +18°C, Reggio Calabria, Napoli e Olbia i +17°C, Ancona i +16°C, Roma, Grosseto, Lecce, Bari, Latina, Messina e Termoli i +15°C.
    Si tratta, come abbiamo già spiegato in quest’articolo con tutti i dati, di temperature sicuramente un po al di sopra delle medie del periodo, ma per nulla anomale per metà dicembre. Anzi, la vera anomalia è stato il gran freddo della prima metà del mese nelle Regioni centro/meridionali, in alcuni casi vicine ai record storici. E il freddo continuerà, pur senza picchi particolari di gelo, ma a inizio settimana, tra lunedì 17 e giovedì 20 dicembre l’Italia sarà colpita da una nuova ondata di maltempo, la perturbazione n°6 del mese di dicembre, che sarà accompagnata anche stavolta da un’ondata di aria fredda che farà abbassare le temperature in tutto il centro/sud riportando la neve in Appennino. La perturbazione nascerà lunedì al centro/nord, si sposterà subito sull’Adriatico dove si approfondirà fino a 1002/1004hPa a largo della Puglia nella serata di martedì, richiamando l’aria fredda che da nord/est invaderà tutto il Paese proprio tra martedì sera, mercoledì e giovedì mattina.
    Come possiamo notare dalle mappe, le temperature diminuiranno notevolmente in tutto il Paese, piombando nuovamente al di sotto delle medie del periodo e prolungando la fase di anomalia negativa di questo dicembre almeno fino a tutta la seconda decade del mese. Inoltre non mancheranno fenomeni di maltempo, soprattutto al centro/sud con temporali nel basso Tirreno e nel medio/basso Adriatico. Sull’Appennino tornerà la neve, in modo particolare sui rilievi di Calabria e Sicilia perchè all’estremo sud si verificheranno le precipitazioni più consistenti, e mercoledì – che sarà il giorno di maltempo con le temperature più basse – si imbiancheranno anche le colline, oltre i 400600 metri tra Abruzzo, Molise, Campania, Puglia e Basilicata, e oltre i 700900 metri tra Calabria e Sicilia. Poi giovedì mattina si registreranno le temperature minime più basse, ma con condizioni meteo in rapido miglioramento.
    Ma prima di Natale un’altra perturbazione, la 7 del mese, interesserà l’Italia molto probabilmente nel prossimo weekend. Ne parleremo nei prossimi aggiornamenti, continuate a seguirci.