Previsioni Meteo, il bollettino e le mappe dell’aeronautica militare con tutti i dettagli fino al 3 gennaio

    /
    MeteoWeb

    Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: l’Italia e’ interessata da correnti settentrionali che determinano condizioni di instabilita’ sull’Abruzzo e su gran parte del sud, seppur in rapido spostamento verso sud-est, e nello stesso tempo favoriranno una generale diminuzione delle temperature. Tempo previsto fino alle 7 di domani: Nord: residua ma innocua nuvolosita’ sui versanti nord delle alpi ed in ulteriore rapido miglioramento da ovest; ampio e prevalente soleggiamento sul resto del nord, con residue foschie anche dense sulle pianure orientali e lungo i litorali adriatici nel primo pomeriggio, in nuova formazione dopo il tramonto e durante la notte anche sulle restanti pianure. Centro e Sardegna: sull’Abruzzo si avra’ una nuvolosita’ variabile anche intensa con precipitazioni associate, anche temporalesche, che saranno nevose tra la sera e la prima nottata a quote superiori a 1000 metri ma in miglioramento durante la notte; ampie e prevalenti schiarite sul resto del centro salvo locali ed innocui addensamenti sulle Marche; locali foschie tra notte e primo mattino nelle valli interne di Toscana, Umbria e Lazio. Sud e Sicilia: prevalenti schiarite sulla Campania e sulla Sicilia centro-meridionale salvo qualche nube piu’ compatta associata a locali precipitazioni sull’Appennino campano fino la prima nottata; sul resto del sud nuvolosita’ irregolare a tratti intensa con piogge sparse e isolati temporali, specie su Molise, Puglia e Calabria, in miglioramento nella notte ad eccezione di Puglia meridionale, Basilicata orientale, Sicilia settentrionale, settore meridionale ed area jonica della Calabria: quota neve oltre 1300 metri, in calo fino intorno 1000 metri nella notte sui rilievi calabro-lucani. Temperature: tutte in generale diminuzione, piu’ sensibile al centro-sud. Venti: moderati settentrionali sui settori alpini ed in attenuazione, da deboli a localmente moderati occidentali sul resto del nord in attenuazione e rotazione dai quadranti settentrionali; settentrionali sul resto d’Italia, forti su Abruzzo, Molise e Puglia, moderati o localmente forti sulle Marche, moderati sulla Sardegna e sul resto del sud con temporanei rinforzi sulla Sardegna occidentale ma in attenuazione mentre l’intensita’ aumentera’ sulle restanti regioni meridionali, da deboli a moderati sul resto del centro. Mari: mosso l’alto Adriatico con moto ondoso in diminuzione; agitati mare e canale di Sardegna, stretto di Sicilia e settori centro-meridionali di Tirreno ed Adriatico con moto ondoso in diminuzione ad eccezione di stretto di Sicilia, medio-basso Adriatico e Tirreno sud-orientale; molto mossi i restanti mari, con moto ondoso in diminuzione su mar Ligure ed alto Tirreno ed in aumento sul mar Jonio.

    Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, sabato 29 dicembre 2012. Nord: qualche modesta velatura in transito dalle zone alpine occidentali verso Piemonte e Lombardia comunque in rapido diradamento in un contesto di cielo pressoche’ sereno o al piu’ poco nuvoloso; tornano le foschie nelle prime ore del giorno ed in mattinata in prossimita’ delle coste romagnole e sulle zone pianeggianti orientali. Centro e Sardegna: cielo sereno o poco nuvoloso sia sulla Sardegna che sul centro peninsulare, salvo residui annuvolamenti piu’ compatti sulle zone interne dell’Abruzzo ma solo nel corso delle prime ore della mattinata. Sud e Sicilia: ancora molte nubi sulla Puglia salentina, sulla Calabria e sulla Sicilia orientale e settentrionale con piogge sparse e isolati temporali, specie sulle coste joniche della Calabria; neve sulla Sila nella prima parte del giorno e generale tendenza al miglioramento per fine giornata; poche nubi attese, invece, sul resto del sud. Temperature: minime in aumento sull’arco alpino e in generale diminuzione sul resto del paese, con diminuzione piu’ significativa al centro-sud; massime in aumento sulle Alpi e ancora in generale diminuzione sul resto del territorio. Venti: deboli variabili al nord, con la sola eccezione del Friuli Venezia Giulia e delle coste venete, dove il vento sara’ ancora moderato settentrionale; deboli o localmente moderati da nord-nord-est su Sardegna, Toscana, Marche e Umbria, con tendenza all’attenuazione; moderati da nord su Lazio e Abruzzo; forti da nord sul meridione peninsulare e sulla Sicilia, con ulteriori rinforzi sul Salento e sulla Calabria jonica. Mari: da poco mossi a localmente mossi il mar Ligure e l’alto Tirreno, mosso invece il mar di Sardegna; molto mossi il canale di Sardegna e il medio Tirreno, con moto ondoso piu’ attenuato sottocosta per quest’ultimo; agitati lo stretto di Sicilia, il basso Tirreno, il medio e basso Adriatico e lo Jonio, con moto ondoso in attenuazione sul medio Adriatico e con locali condizioni di mare molto agitato invece per lo Jonio meridionale.

    Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni: DOMENICA 30 DICEMBRE Nord: nubi basse in mattinata su Romagna e basso Veneto con conseguenti riduzioni di visibilita’ per foschie dense o banchi di nebbia ma che si diraderanno gradualmente nel corso della giornata; prevalenza di spazi sereni sulle rimanenti regioni nonostante il passaggio di nubi temporaneamente consistenti sulle zone alpine di confine, su Liguria ed Appennino emiliano che potranno dar luogo a locali precipitazioni, anche nevose, ma a quote superiore ai 1000 metri. Centro e Sardegna: cielo in genere sereno un po’ su tutte le regioni a parte la Sardegna che vedra’ velature estese dalla tarda mattinata fino a notte inoltrata. Sud e Sicilia: qualche nube su Sicilia settentrionale e zone joniche di Calabria ma senza fenomeni associati e comunque in diradamento dal pomeriggio; condizioni decisamente stabili all’insegna del cielo pressoche’ limpido sul resto del meridione. Temperature: minime in generale lieve aumento; massime in aumento soprattutto al centro ed al sud. Venti: deboli variabili al nord ma con qualche rinforzo settentrionale su Veneto e Liguria; in prevalenza settentrionali al centro, al sud e sulle due isole maggiori; deboli al centro ma con rinforzi su Marche ed Abruzzo; moderati su Sardegna, Sicilia e regioni peninsulari meridionali ma con decisi rinforzi ancora presenti sulle coste joniche della Calabria. Mari: poco mosso l’alto Adriatico; da poco mossi a mossi il mar Ligure e il Tirreno centro-settentrionale; mossi o molto mossi il Tirreno meridionale, il medio e basso Adriatico, mare e canale di Sardegna e stretto di Sicilia; da molto mosso ad agitato lo Jonio. LUNEDI’ 31 DICEMBRE Graduale aumento della nuvolosita’ sulle regioni settentrionali ma con scarsi fenomeni associati se non sulla Liguria a notte inoltrata; prevalenza di condizioni piu’ stabili sulle rimanenti regioni ma con nubi estese sulla Sardegna. MARTEDI’ 1 GENNAIO Nubi che tendono a persistere al nord e ad estendersi alle regioni tirreniche centrali e meridionali; piogge o rovesci associati che risulteranno sparsi tra Liguria e nord-est, mentre si presenteranno in forma piu’ debole e localizzata tra Toscana e settori costieri della Calabria. MERCOLEDI’ 2 E GIOVEDI’ 3 GENNAIO Migliora rapidamente al nord nonostante nubi e nevicate sulle zone alpine di confine, mentre un po’ di maltempo tendera’ ancora ad interessare il centro-sud; qui il tempo migliorera’ nel corso della giornata di giovedi’.