Si perde nella nebbia e cade nel fiume Adda, muore operaio 44enne

MeteoWeb

Si e’ perso in mezzo al buio e alla nebbia ed e’ caduto nelle acque gelide del fiume Adda. In questo modo e’ morto un operaio padre di due figli di 8 anni e di 6 mesi, il cui corpo e’ stato recuperato nella notte. Haudouch Hamid, 44 anni, operaio marocchino che viveva a Ciserano, era scomparso venerdi’ sera, quando era uscito per partecipare a una cena natalizia con i colleghi in un ristorante sulle rive dell’Adda. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, alla fine della cena l’uomo si e’ perso a causa della fitta nebbia gravava su tutta la pianura. Girovagando per raggiungere la provinciale si e’ improvvisamente trovato sulla riva del fiume e la sua auto e’ rimasta in bilico sulla sponda, bloccata dalla neve accumulatasi nei giorni scorsi. L’operaio e’ sceso dalla vettura per sbloccarla ma e’ scivolato sulla neve ghiacciata ed e’ caduto in acqua. Ieri mattina la moglie ha denunciato la sua scomparsa ai carabinieri. Sono stati alcuni pescatori a notare il cadavere nel fiume; i sommozzatori di Milano nella tarda serata di ieri hanno recuperato il corpo dell’operaio nei pressi dell’Alzaia di Trezzo sull’Adda.