L’Italia, da nord a sud, affascinata dai colori del tramonto

    /
    MeteoWeb

    In tutt’Italia oggi pomeriggio abbiamo potuto ammirare un tramonto davvero spettacolare, con cieli tinti di rosa e tonalità simili al viola da nord a sud, grazie a un effetto abbastanza particolare, ma non poi così raro, dovuto alla presenza di nubi alte e stratiformi sulle nostre Regioni, i cirri, che – come possiamo vedere dalla mappa satellitare che pubblichiamo a corredo dell’articolo, scattata dai satelliti Nasa in orbita intorno al nostro pianeta – oggi hanno riempito i cieli italiani soprattutto nel corso del pomeriggio/sera, e dalle particelle di polvere presenti nell’atmosfera.
    Il sole al tramonto, basso sull’orizzonte, ha riflesso la sua luce determinando quest’affascinante effetto ottico particolarmente suggestivo e romantico.

    La luce solare è composta da una gamma di colori che va dal viola al blu ad una estremità, e dall’arancione al rosso dall’altro. Viene diffratta dal pulviscolo atmosferico e dalle micro particelle di vapore in modo diverso a seconda delle lunghezze d’onda che compongono il raggio luminoso. Le onde a maggior frequenza (quelle che il nostro cervello vede come blu, indaco e violetto) vengono “piegate” maggiormente di quelle a minor frequenza (rosso, arancione, giallo) per cui quando il sole è molto basso all’orizzonte le tonalità azzurre finiscono sotto il livello dell’orizzonte e il nostro occhio non è più in grado di percepirle. Quando il Sole sorge o tramonta, dal nostro punto di vista i raggi solari debbono attraversare una quantità maggiore di atmosfera. L’aria quindi filtra particolari lunghezze d’onda, donando al cielo il colore arancio. E’ ciò che accade solitamente all’alba e al tramonto. Un aumento delle particelle di polvere, tuttavia, provoca colorazioni del cielo tendenti al rosso e al viola, proprio come abbiamo osservato questa sera su tante aree della nostra penisola. Le situazioni più comuni sono quelle caratterizzate da particelle di polvere sahariana sospese in atmosfera, che se presenti in quantità eccessiva, soggiogano la vivacità dei colori e possono effettivamente impedire di osservarli. Tra le spiegazioni del fenomeno, tuttavia, c’è anche un aspetto meno romantico di cui purtroppo non possiamo fare a meno di parlare. Generalmente le grandi città hanno un proprio alone di inquinanti e prodotti di scarico e queste particelle diffondono diversamente i colori rispetto ai costituenti naturali dell’atmosfera, regalandoci questi spettacoli di luce. Resta un fenomeno magico, il quale forse, sarebbe meglio non associare a nessuna spiegazione scientifica.

    Ecco alcune immagini del tramonto: