Tante scosse di terremoto nella notte in Italia: da L’Aquila all’Umbria, dai Castelli Romani a Siracusa fino all’Emilia

MeteoWeb

Da Nord a Sud tante scosse di terremoto questa notte in Italia. La prima è stata registrata  in Abruzzo  nel nordovest della provincia dell‘Aquila alle ore 00:05  di magnitudo 2.1. Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 9,5 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Barete, Cagnano Amiterno, Capitignano, Montereale e Pizzoli. Sempre nel Centro Italia all’ 1:08 in Umbria, al confine tra la provincia di Perugia e quella di Terni altra scossa di terremoto di magnitudo 2.3 Il sisma ha avuto ipocentro a 9,9 km di profondità ed epicentro vicino i comuni perugini di Sant’Anatolia di Narco e Scheggino, e di quelli ternani di Arrone, Ferentillo, Montefranco e Polino. Alle ore 02:04 un sisma di magnitudo 2.4 è stato registrato nella zona dei Castelli Romani. Secondo INGV  il sisma ha avuto ipocentro a 13,2 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Albano, Ariccia, Castel Gandolfo, Genzano, Grottaferrata, Lanuvio, Marino, Nemi e Rocca di Papa. Circa 2 ore dopo una debole scossa sismica di magnitudo 2.1  è stata registrata in Emilia, tra le province di Modena e Ferrara. Il sisma ha avuto ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro in prossimità del comune modenese di Finale Emilia e di quelli ferraresi di Bondeno e Sant’Agostino. Nel sud Italia  al largo delle coste della provincia nord di Siracusa, in Sicilia alle ore 06:29 è stata registrata una scossa di terremoto di magnitudo 2.6. Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 25 km di profondità  ed epicentro non lontano dal comune di Augusta. Le scosse sismiche non hanno provocato danni a persone o cose.