Tutto sullo “stratwarming”: cause, effetti, cenni storici e correlazioni

MeteoWeb

di Gennaro Loffredo – Lo stratwarming è un anomalo riscaldamento della stratosfera terrestre che si presente principalmente nell’emisfero settentrionale durante la stagione invernale,capace di innescare radicali modifiche sulla circolazione atmosferica.

Il riscaldamento può essere lieve, moderato o intenso dando vita a minor, medius e major stratwarming (fino a 60 °C di anomalia) e rilevabile tramite radiosondaggi atmosferici. Le cause dello stratwarming sono ancora poco chiare nella comunità scientifica sebbene siano state avanzate ipotesi che coinvolgono l’attività solare da una parte e l’influenza delle onde planetarie dall’altra. In effetti se andiamo a ritroso con il tempo(1929,1963,1985),possiamo affermare che questo fenomeno, nella sua massima intensità,si è verificato soprattutto durante la fasi di minimo ciclo solare.

Questo perchè la superficie terrestre,durante i cicli di massimo,risulta protetta dalla frequente e intensa attività delle macchie solari inibendo in questo caso lo stratwarming. Il fenomeno sebbene ricada nella fascia dell’atmosfera superiore alla troposfera, cioè alla fascia dove avvengono i comuni fenomeni meteorologici, ha delle conseguenze importanti sull’evoluzione meteorologica al suolo. Infatti lo stratwarming è in grado di produrre una rottura o separazione (split) in due lobi del cosiddetto vortice polare, la depressione in quota che staziona sul polo specie nel periodo invernale e che è responsabile delle discese di aria fredda verso le medie latitudini. In seguito allo split sul polo si forma un’area di alta pressione mentre i due lobi si dirigono verso sud/nord apportando condizioni di maltempo e calo termico. Tale configurazione è stata all’origine delle più intense ondate di gelo che hanno investito il continente europeo (Italia compresa)nel 1929, 1963 e 1985,2009. Non a caso non è stata menzionata l’annata storica del 1956 (fase terminale di ciclo massimo), perchè secondo me i fattori teleconnettivi furono diversi, e ancora oggi in studio.
Ovviamente non è certo che l’Italia sia sempre mirino di tali eventi di così grande portata, nell’inverno 2009-2010 le intense ondate di gelo colpirono soprattutto l’europa centro-occidentale,Inghilterra in primis con interessamento marginale dell’italia settentrionale. Cicli solari e stratwarming, insieme costituiscono dei tasselli fondamentali capaci di influenzare sensibilmente la circolazione atmosferica e per questo motivo spero che il mondo scientifico possa affrontare queste tematiche con maggiore impegno e meno superficialità.

Nelle figure sono riportati gli esempi emblematici della scissione polare avvenuta ad opera dello stratwarming 1985 e una tabella contenente i periodi di massimo e minimo solare.