Allarme in Cina: nube di smog copre il 13% del territorio!

MeteoWeb

Rimane grave la situazione in Cina, dove la nube di smog che ha ricoperto alcune citta’ a est e nel centro del Paese, tra cui Pechino, si e’ estesa a piu’ del 13% del territorio. Secondo i dati diffusi dal ministero dell’Ambiente, lo nube di smog ha ricoperto un’area di 1,3 milioni di chilometri quadrati. Tra le cause principali dell’inquinamento, oltre all’aumento dei veicoli a motore, c’e’ il forte aumento del consumo di carbone. La Cina, secondo i dati della U.S. Energy Information Administration (EIA) e’ oggi responsabile del 47% del consumo globale di carbone. Dal 2000, la produzione di energia elettrica in Cina e’ triplicata, aumentando in media del 9% ogni anno il consumo del combustibile fossile. Anche il primo ministro cinese, Wen Jiabao, ha espresso preoccupazione per gli alti livelli di smog, nonostante il governo abbia sempre minimizzato il problema. Secondo il premier, “andrebbero prese misure efficaci per accelerare il piano di ristrutturazione industriale e affrontare il problema delle sostanze tossiche e quello del risparmio energetico”. Fino ad ora il blocco della produzione di diverse fabbriche e il divieto di circolazione riservato al 30% delle autovetture, non hanno migliorato la situazione dei 20milioni di abitanti della capitale, la citta’ piu’ colpita dalla nube di smog.