Allerta Meteo, ecco il primo ciclone Mediterraneo: forte maltempo imminente, i dettagli con le zone più colpite

    /
    MeteoWeb

    E’ ormai imminente l’arrivo sull’Italia del primo ciclone Mediterraneo di questa terza decade di gennaio: aspettando quello che sembra molto più violento all’inizio della prossima settimana, intanto un vortice ciclonico profondo 999hPa è già nei pressi della Sardegna, appena a ovest dell’isola, e nelle prossime ore giungerà minaccioso sull’Italia. I primi forti temporali arriveranno nella notte proprio in Sardegna, con forti acquazzoni nelle zone occidentali e settentrionali dell’isola; poi nel corso della mattinata il maltempo si sposterà sul mar Tirreno e sulle mappe dei satelliti potremo iniziare ad ammirare la formazione di un bellissimo e coreografico ricciolo di nubi “invorticate” intorno al centro di bassa pressione.
    Forti temporali colpiranno Liguria, Toscana, Lazio, Campania e Sicilia occidentale, con piogge intense e a tratti anche violente. All’estremo nord/ovest, tra basso Piemonte e zone interne della Liguria, si verificheranno copiose nevicate: a Cuneo città potrebbero cadere oltre 30cm di neve, con accumuli molto più abbondanti nell’entroterra al confine tra Piemonte e Liguria. La neve cadrà anche sull’Appennino, dove ci saranno precipitazioni, e quindi sulla dorsale occidentale esposta a ovest, oltre i 1.000/1.100 metri di quota. Nel pomeriggio/sera il maltempo si sposterà verso nord/est e sud/est, in pianura Padana con pioggia e pioggia mista a neve tra Lombardia, Veneto ed Emilia e abbondanti nevicate sulle Alpi centrali e sull’Appennino tosco/emiliano fin a basse quote, e tra Calabria e Sicilia con temporali anche intensi soprattutto nelle zone tirreniche.
    Nei prossimi giorni, tra giovedì 25 e venerdì 25, il maltempo si concentrerà al centro/sud, anche se giovedì non mancheranno molte nubi e precipitazioni sparse su tutto il nord e soprattutto al nord/est. Le temperature diminuiranno gradualmente in tutt’Italia con nevicate a quote via via sempre più basse sui rilievi appenninici dove la “dama bianca” scenderà fino a 600700 metri anche all’estremo sud nel weekend, quando persisterà variabilità diffusa e a tratti spiccata su medio/basso Adriatico e basso Tirreno. Insomma, come ampiamente preventivato stiamo vivendo una settimana tipicamente invernale, in attesa del violento ciclone Mediterraneo di lunedì 28 e martedì 29 gennaio.
    Intanto per monitorare la situazione in diretta, seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satellitisituazionefulminazioniradar webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.