Ambiente: aria più pulita nell’Ue, ma ancora tante sfide da affrontare

MeteoWeb

L’aria che i cittadini europei respirano oggi “e’ molto piu’ pulita rispetto a qualche decennio fa”, e’ stato “risolto il problema della pioggia acida che ha devastato l’Europa nel 1980 e anche le emissioni hanno registrato una diminuzione dell’80-90% nonostante la crescita economica”, ma ci sono ancora molte sfide da affrontare per tutelare la salute umana e la qualita’ dell’aria, visto che “l’ultima analisi parla di 420.000 morti premature dovute all’inquinamento atmosferico in Europa”. Cosi’ il Commissario europeo all’Ambiente Janez Poto?nik, commentando i dati dell’indagine Eurobarometro sulla qualita’ dell’aria che vede gli europei particolarmemte preoccupati.. Per migliorare la situazione, fa sapere Poto?nik, l’Europa agira’ su alcuni punti critici, come l’inquinamento tranfrontaliero, le emissioni dovute al traffico veicolare, i settori che non hanno contribuito alla riduzione dell’inquinamento come avrebbero dovuto, le emissioni da trasporto marittmo. Come? Incoraggiando la diffusione dei veicoli a base emissioni, garantendo coerenza tra politiche dei singoli Paesi e il rispettoi della normativa vigente nel piu’ breve tempo possibile. Tra gli obiettivi, garantire una piu’ ampia ratifica del protocollo di Goteborg, ridurre l’esposizione di cittadini ed ecosistemi all’inquinamento atmosferico attraverso una politica per il 2030 piu’ strettamente collegata a clima e politica energetica.