Astronomia: esperimento “made in Italy” intorno all’ISS

MeteoWeb

Parla italiano l’esperimento condotti oggi sulla Stazione Spaziale Internazionale. Si chiama ‘Elite S2′, e’ un test di fisiologia che riguarda il modo in cui l’assenza di gravita’ influenza la postura ed i processi cognitivi. Presente sulla Stazione Spaziale dal 2007, l’esperimento viene condotto in orbita per la terza volta e ad eseguirlo e’ l’astronauta Kevin Ford. Su contratto dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), ‘Elite S2′ e’ un apparato realizzato dalla Kayser Italia, azienda spaziale di Livorno diretta da Valfredo Zolesi e attiva nel settore fin dagli anni ’80. L’esecuzione dell’esperimento, della durata di circa cinque ore, viene seguita e coordinata in diretta dal centro di comando e controllo (Usoc) realizzato dalla Kayser Italia all’interno del suo stabilimento a Livorno. I dati e le immagini video ricevute dalla Stazione Spaziale vengono poi distribuite ai laboratori di Biomedicina spaziale dell’universita’ di Roma Tor Vergata, al Politecnico di Milano e all’Asi. Il centro di comando e controllo mette in comunicazione il centro di Livorno con il centro di controllo della Nasa a Houston e la Stazione Spaziale Internazionale. ”Dopo i successi ottenuti nel passato con l’apparato Hpa per lo studio della postura della mano e al quale ha contribuito la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, ”questa sessione scientifica – ha rilevato Zolesi – mette Livorno e la Toscana nuovamente al centro dell’attenzione nel settore delle scienze della vita nello spazio, con una forte ricaduta nella medicina a Terra”.