Bufera di “garbino” sulla costa molisana, a Termoli raffiche violente sui 131 km/h

MeteoWeb

Una vera e propria bufera di vento in questi minuti si sta abbattendo sul litorale molisano, con fortissime e violente raffiche di caduta dall’entroterra montuoso interno. All’uscita delle principali vallate le raffiche più forti avrebbero raggiunto persino i 120-130 km/h, con una componente da S-SO e SO. Folate molto forti, a tratti anche violente, che stanno cagionando molti disagi e persino dei danni, per alberi sradicati e cartelloni stradali divelti. A Termoli, la locale stazione meteorologica automatica gestita dall’Aeronautica Militare, nel metar delle ore 14:00 PM ha registrato una massima folata da S-SO sui 131 km/h. Ben oltre i 71 nodi da 210°. Un valore davvero notevole che sta ad indicare la portata della bufera di “garbino” in atto sulla costa molisana. Come sappiamo il “garbino” (il famoso “foehn” appenninico) è un vento molto turbolento e anche violento, poiché per l’effetto del vento di caduta dai crinali dell’Appennino, acquista ulteriore velocità , al punto da raggiungere le sottostanti vallate e le coste adriatiche tramite impetuose e turbolenti folate, fino a 130-140 km/h nelle vallate più strette e orientate verso nord-est, in grado di arrecare danni ad edifici e alla cartellonistica stradale. I furiosi venti di “garbino” sul Molise andranno ad attenuarsi fra il tardo pomeriggio e la serata odierna, quando l’area depressionaria si sposterà più verso le regioni centrali.