Carolina del Nord: uomo arrestato per il furto di 100 meteoriti

MeteoWeb
Credit: Pisgah Astronomical Research Institute

Nei giorni scorsi la polizia della Carolina del nord ha arrestato un uomo, Brian Thomas Koontz, dopo averlo accusato del furto di 100 meteoriti dal Pisgah Research Institute. Dal video di sorveglianza è emerso anche un complice, identificato successivamente nela persona di Robin Morris Baldwin Jr. di Hendersonville. I due uomini si sono introdotti nell’Istituto durante la notte di Natale, rubando inoltre monitor tv, lettori blu-ray, un microscopio e vari videoproiettori. La refurtiva, stimata in circa 100.000 dollari, comprendeva le sole strumentazioni elettroniche, escluse le rocce spaziali, in prestito al centro scientifico da tre collezionisti privati. Le meteoriti, soprattutto nei pezzi più rari come quelli originati sulla Luna e su Marte, possono avere un valore inestimabile. Tre campioni lunari, tanto per citare un esempio, portati sulla Terra da una sonda russa robotica nel 1970, sono stati venduti 30 anni dopo a 442.500 dollari. Per questo motivo non è raro che questi sassi spaziali diventino l’obiettivo di criminali senza scrupoli. Proprio il mese scorso, alcune rocce lunari prelevate dagli astronauti della missione Apollo, sono ritornate in possesso dello stato dell’Alaska, a cui erano state affidate dalla missione del 1969. Il furto è avvenuto verso le tre del mattino del 24 Dicembre.