Clima estremo in Australia: dopo gli incendi e il caldo super, ecco inondazioni da record

MeteoWeb

Mentre continua nello stato meridionale di Victoria l’ondata di incendi che dall’inizio dell’anno ha gia’ devastato vaste aree dell’Isola di Tasmania e del Nuovo Galles del sud, nel nordest le inondazioni sulla scia del ciclone Oswald hanno scatenato il caos lungo la costa del Queensland e minacciano la capitale Brisbane. In un drammatico contrappunto agli incendi che continuano a minacciare numerose comunita’ rurali, il ciclone prima di allontanarsi ha generato ieri un mini-tornado presso Mackay con venti di circa 140 km/ora e pioggia fino a 300 millimetri in poche ore. Oswald ha fatto esondare i fiumi e isolato diversi centri fra cui la citta’ di Gladstone, dove sono caduti 600 mm di pioggia in due giorni e dove il grande porto e’ stato chiuso. Nel Queensland centrale, decine di persone sono state tratte in salvo dai servizi di emergenza da case e da automobili. Oltre 70 strade, alcune nazionali, sono interrotte. Intanto il Victoria orientale ha avuto un altro giorno di incendi, e forte vento, nel parco nazionale e nella regione agricola di Gippsland, dove le fiamme hanno gia’ incenerito 67 mila ettari e distrutto oltre 20 case. Un uomo di 84 anni e’ rimasto ucciso appena fuori della sua casa in fiamme.