Clima: la vera “road map” è scritta nei ghiacci di 100.000 anni fa, in Groenlandia

MeteoWeb

Nei ghiacci della Groenlandia di 100.000 anni fa e’ scritta la ‘road map’ per affrontare i cambiamenti climatici futuri. Ne sono convinti i ricercatori dell’universita’ di Copenhagen, che insieme ai colleghi di altri 13 paesi hanno ricostruito il clima del passato periodo interglaciale a partire da una carota di ghiaccio, scoprendo preoccupanti analogie con il caldo record registrato nel luglio del 2012. I risultati sono pubblicati su Nature. Dalle analisi della carota di ghiaccio emerge che tra i 130.000 e 115.000 anni fa, durante il precedente periodo interglaciale (detto Eemiano), il clima nel nord della Groenlandia era piu’ caldo rispetto ad oggi di ben 8 gradi. ”Il livello degli oceani era dai 4 agli 8 metri piu’ alto di quello attuale, ma nonostante cio’ lo strato di ghiaccio nel nord-ovest della Groenlandia era piu’ sottile di appena qualche centinaio di metri: questo indica che dallo scioglimento dei ghiacci e’ derivato meno della meta’ dell’innalzamento dei mari di quel periodo”, spiega Dorthe Dahl-Jensen, ricercatrice dell’universita’ danese e coordinatrice del progetto internazionale Neem (North Greenland Eemian Ice Drilling). Cio’ significa che i ghiacci della Groenlandia non sono cosi’ sensibili al riscaldamento globale come temuto fino ad oggi, ma che in teoria avrebbero un potenziale ancora maggiore nel causare l’innalzamento dei mari. Durante l’Eemiano si e’ verificato un intenso processo di scioglimento dei ghiacci piu’ superficiali. Questo fenomeno e’ stato molto raro negli ultimi 5.000 anni, ma i ricercatori lo hanno potuto osservare direttamente con i loro occhi nell’estate del 2012. ”Siamo rimasti sorpresi dalle elevate temperature superficiali rilevate al nostro campo nel luglio scorso”, spiega Dahl-Jensen. ”Aveva addirittura piovuto, e proprio come nell’Eemiano, il ghiaccio sciolto si e’ di nuovo congelato formando strati ghiacciati sotto la superficie. Sebbene questo fenomeno fosse estremo, il riscaldamento in atto in Groenlandia lo rende sempre piu’ probabile, e il riscaldamento previsto per i prossimi 50-100 anni potra’ generare condizioni climatiche simili a quelle dell’Eemiano”, conclude.