Conto alla rovescia per il passaggio dell’asteroide Apophis, domani alle 12:43

MeteoWeb

Conto alla rovescia per l’appuntamento con l’asteroide Apophis, che domani 9 gennaio alle 12,43, ora italiana, raggiungera’ la distanza minima di 15 milioni di chilometri dal nostro pianeta, ma senza naturalmente alcun rischio di collisione. ”In realta’ non si puo’ parlare di un vero e proprio passaggio ravvicinato, perche’ avviene a una distanza che e’ 40 volte la distanza Terra-Luna, ma l’oggetto in questi giorni si trova piu’ vicino al nostro pianeta rispetto al solito e cio’ lo rende osservabile e permette di calcolare meglio le orbite dei futuri passaggi ravvicinati”, spiega Andrea Milani, docente di Meccanica celeste nell’universita’ di Pisa e responsabile del gruppo di ricerca specializzato nel calcolare le orbite degli asteroidi piu’ vicini alla Terra. Il suo gruppo lavora in collaborazione con il Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa.
Del diametro di 300 metri, questo asteroide passera’ nuovamente vicino alla Terra nel 2029, nel 2036 e nel 2068. ”Conosciamo perfettamente l’orbita del 2029 – osserva Milanie il passaggio avverra’ a circa 35.000 chilometri dalla Terra, ossia 5-6 raggi terrestri, e non vi sara’ alcun rischio di impatto con il nostro pianeta”. L’attenzione si concentra invece sui passaggi ravvicinati del 2036 e del 2068, ritenuti entrambi potenzialmente pericolosi, anche se le probabilita’ di impatto gia’ oggi sono considerate molto basse. Grazie alle osservazioni possibili con l’avvicinamento che si sta verificando in questi giorni le stime sulla possibilita’ di collisione con la Terra saranno riviste. ”Gia’ abbiamo a disposizione delle osservazioni condotte a fine dicembre 2012 e nei prossimi giorni l’oggetto sara’ osservato anche con i radar”, rileva Milani. ”Con questi dati – aggiunge – stiamo gia’ ricalcolando l’orbita del passaggio di Apophis del 2036 e rivedendo le stime sulla probabilita’ di impatto con la Terra, i calcoli sono in corso e il risultato sara’ diffuso a breve insieme con il Jpl”.