Corsa contro il tempo per salvare 12 orche intrappolate nel ghiaccio in Canada (video)

MeteoWeb

Si parla sempre dei drammatici effetti del global warming sugli animali polari, con le tristi immagini degli orsi artici disperati su un isolotto di ghiaccio e circondati dall’acqua, ma quando è il freddo a provocare tragedie nel mondo animale la notizia passa sempre in secondo piano. In realtà quello che sta succedendo in queste ore nel nord Atlantico è davvero tremendo. Nella baia di Hudson, in Canada, al largo delle coste del Quebec, è corsa contro il tempo per salvare 12 orche marine rimaste intrappolate tra i ghiacci. Un video pubblicato sul sito dell’emittente Cbc mostra i giganteschi cetacei che si affacciano di tanto in tanto a respirare da un piccolo varco di acqua, nell’immensa distesa ghiacciata. Tommy Palliser, arrivato dal piccolo villaggio Inuit di Inukjuak, a circa 30 chilometri da dove sono rimasti intrappolati i mammiferi marini, ha riferito che l’apertura si sta riducendo sempre piu’. Il governo federale ha inviato un team di esperti per cercare di capire come poter salvare le balene. Il sindaco di Inukjuak, Peter Inukpuk, ha chiesto al governo di mandare un rompighiaccio per fare uno squarcio che schiuda alle balene il passaggio verso il mare aperto: dovrebbe essere possibile, ha spiegato alla Cbc, perche’ la Baia di Hudson ha ghiacciato solo da un paio di giorni e dunque “lo strato di gelo non e’ spesso come negli anni passati“. Secondo il sindaco, le balene sembrano consapevoli della loro situazione e di tanto in tanto sembrano mostrare panico. L’ipotesi del rompighiaccio sembra remota: sarebbe complicato, costoso e al momento quelli canadesi sono tutti gia’ impegnati in zone lontane, ha fatto sapere una fonte di governo, spiegando che anche qualora si inviasse il rompighiaccio piu’ vicino, probabilmente non arriverebbe in tempo.