Gelo e nevicate sulla Francia, temperature fino a -10°C in pianura: nel weekend rischio di altre nevicate

MeteoWeb

L’aria gelida, di vecchie origini artiche, ha invaso anche la Francia, dove i termometri sono precipitati fino a -10°C -12°C nelle aree più interne dell’est, complice pure l’effetto “Albedo” indotto dai terreni innevati da oltre 10-15 cm di neve fresca depositata nei giorni scorsi. Nella giornata odierna in molte aree della Francia centro-settentrionale si è vissuta una autentica giornata di ghiaccio, con cielo molto nuvoloso, deboli nevicate a carattere sparso, accompagnate da temperature negative anche nelle ore centrali del giorno. La neve è tornata ad imbiancare diverse città e località, soprattutto nella parte centro-orientale del paese transalpino, non appena si sono insediate le gelide correnti dai quadranti settentrionali, in discesa dal comporto centro-orientale del vecchio continente. A Lione, come nelle città più meridionali, lungo la Valle del Rodano, e sulla città di Marsiglia, continuano a spirare intensi venti da Nord e N-NO che stanno favorendo la penetrazione del nucleo di aria molto fredda (e pesante) fin sul bacino centrale del mar Mediterraneo, alimentando la ciclogenesi italica, con raffiche di “mistral” molto forti lungo l’area del golfo del Leone, fino a 80-90 km/h. A Marsiglia le raffiche da NO hanno lambito gli 85 km/h, ma picchi fino a 90 km/h si sono registrati nei pressi di Orange. Il freddo e le temperature rigide continueranno ad interessare la Francia fino alla giornata di domani. Ma nel weekend si assisterà ad un sostanziale rialzo termico per l’irrompere di più miti e umide correnti meridionali, dal Mediterraneo occidentale, pronte ad apportare una generale riscaldata. Lo scorrimento mite sopra l’aria molto fredda e pesante depositata nei bassi strati potrà favorire delle nevicate da “cuscinetto freddo” (“cold lake”) in molti distretti della Francia orientale.