Inquinamento dei mari, Enpa: “stop alle piattaforme pericolose”

MeteoWeb

L’Enpa (Ente protezione animali) chiede al Ministero dell’Ambiente di mettere in opera ogni intervento urgente per ridurre gli effetti dello sversamento di idrocarburi, segnalato la scorsa notte dal galleggiante ‘Alba Marina’ adibito allo stoccaggio all’interno del campo petrolifero Rospo Mare, al largo di Termoli. ”Anche una minima quantita’ di idrocarburi puo’ avere un impatto devastante a lungo termine su tutto l’ecosistema marino. Non oso pensare ai danni causati, in questo caso, da una fuoriuscita cosi’ ingente”, afferma il direttore scientifico dell’Enpa, Ilaria Ferri. ”Questo‘incidente” – aggiunge – dimostra, se ce ne fosse bisogno, quanto siano pericolose le attivita’ estrattive al largo delle nostre coste. Bisogna tenerne conto e bloccare le attivita’ di ricerca e di estrazione di idrocarburi nel Mediterraneo. Il mare non puo’ piu’ essere trattato come una pattumiera o considerato alla stregua di una discarica: siamo estremamente preoccupati perche’ gli sversamenti, causati anche dal traffico navale, sono sempre piu’ numerosi, mentre non altrettanto puo’ dirsi per l’attivita’ di prevenzione”.