La coesistenza di esopianeti e comete in altri sistemi stellari

MeteoWeb
Credit: NASA/JPL-Caltech

Gli astronomi hanno individuato delle potenziali comete in orbita intorno a sei stelle lontane capaci di ospitare anche degli esopianeti, suggerendo che le due categorie di oggetti possano coesistere anche in altri sistemi solari. Considerando la presenza di tanti sistemi planetari nella Via Lattea, e 100 miliardi di potenziali pianeti alieni, il numero di queste vagabonde spaziali nella nostra galassia potrebbe essere elevatissimo. “Questa è una sorta di anello mancante negli attuali studi di formazione planetaria,” afferma in un comunicato l’autore Barry Welsh, della University of California, a Berkeley. Con la strumentazione attualmente a disposizione, riusciamo infatti ad osservare stelle ed esopianeti, ma resta un compito arduo riuscire a scovare i corpi minori come gli asteroidi, i pianetini e le comete di altri sistemi stellari. Questo studio, tuttavia, sembra poter apportare una inversione di marcia. I nuovi raggruppamenti cometari sono stati scoperti grazie al telescopio da 2,1 metri dell’Osservatorio McDonald in Texas, raccogliendo deboli righe di assorbimento con variazioni giornaliere. Nel nostro sistema solare le comete giacciono molto lontane dal Sole, sino a quando, di tanto in tanto, l’attrazione gravitazionale le attrae verso il sistema solare interno. E’ molto probabile che questo avvenga anche in altri sistemi planetari.