La meteorologia in mano a “Professori” e comici… A proposito, ma il gelo siberiano dov’è finito??

MeteoWeb

di Angelo Ruggeri – La meteorologia è una scienza inesatta che cerca di dare risposte il più delle volte esatte ….. Ma la serietà professionale lasciamola, appunto, ai “professionisti”…che per fortuna ci hanno chiarito perfettamente le IDEE circa l’arrivo del GELO STORICO sull’ITALIA.

I “professori” della meteo un bel giorno sentenziano: “Sarà un INVERNO 2012/2013 STORICO perchè MJO in fase 7, VP, SPLIT, WAVE2, AO negativo, NAM a -4, STRATWARMING…. state tranquilli, PALE e SCI a portata di mano…“.

Un semplice appassionato risponde: “Sì va bene, ma dove e quando?

I “Professori” rispondono: “E’ semplice… se osservi le SSTA discesa dell’H dei GPT del VPS sino in troposfera, converrai con me che un ESE cold temporanee fasi in EA- decoupling omega blocking estremizzazione del pattern“.

Replica l’appassionato: “Credo di non aver capito bene… ma quando interverrà quest’intensa ONDATA di GELO?“.

I professori: “Semplice… l’ondata di gelo si dirige verso l’Europa con asse nord-est nella successiva fase di displacement, in caso contrario si andrebbe incontro ad una nuova forte fase DA+ perchè una discesa fredda sull’Europa si ha quando la NAO è negativa in concomitanza di una PNA+“.

Appassionato: “Quindi il grande GELO è soltanto rimandato?“.

I Professori: “La notevole espansione dello Snow-Cover sta facendo da contraltare un Pack artico in deficit per cui l’Arctic Oscillation, tende a divenire poco idoneo nel rappresentare il Weather Regime. Se osservi la mappa dei venti zonali, le mappe stratosferiche dai 10-50-100 hPa, i geopotenziali a 10 hPa sulla mappa emisferica, le onde planetarie wave 1-2 e la fase della Madden e Jullian capirai che è come ti abbiamo prospettato poc’anzi“.

Appassionato: “Sono contento. Aspetto con ansia il GELO e la NEVE“.

I Professori: “Non t’illudere sai, ricorda che le pulsazioni ex MMW sono varie e quindi l’Indice NAO è più che positivo almeno nei forecast NOAA, la NAO rimane neutra ed il feedback dell’anomalia GPT è ovviamente in azione ma grazie al MMW che continua a lavorare sia nel campo GPT che delle velocità zonali si avrà la possibilità di un raffreddamento dell’alta stratosfera, sintomo del ripristino dell’equilibrio radiativo nel senso che non avrà la forza di forzare il classico weather regime AO+/NAO+. E’ più chiaro adesso??”.

Appassionato: “Ora sì…grazie. SIETE DEI GRANDI della METEOROLOGIA“.

Con ogni probabilità non tutti, specie i più giovani purtroppo, hanno avuto la fortuna di seguire negli anni 80/90 le previsioni meteo a cura di uno dei più grandi meteorologi della storia. Il Generale Andrea Baroni per decine di anni è stato un punto di riferimento della Meteorologia italiana. Ha condotto la migliore edizione della rubrica di Rai 1 ”Che tempo fa”, insegnando e divulgando la Meteorologia, in maniera umile, a milioni di persone.

Peccato, invece, che questi Professori parlino, spesso, di cose che l’interlocutore non conosce o non comprende… Ma forse è meglio così.