L’asteroide 2012 DA14 alla minima distanza dalla Terra il 15 Febbraio alle 20:25

MeteoWeb
Un asteroide in transito

Non capita molto spesso che un asteroide delle dimensioni di circa 50 metri passi all’interno dell’orbita dei satelliti geostazionari, così il passaggio di 2012 DA14 si preannuncia memorabile. La roccia spaziale transiterà alla minima distanza il 15 Febbraio alle 20:25, e non rappresenterà alcun pericolo per il nostro pianeta. ”L’oggetto – osserva l’astrofisico Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope – durante il massimo avvicinamento, passerà a 35.000 chilometri dal nostro pianeta”. ”Si tratta di un passaggio quasi epocale – aggiunge Masi – perchè è raro che un asteroide passi così vicino alla Terra, circa un decimo della distanza lunare. L’oggetto – sottolinea l’astrofisico – sarà visibile anche con strumenti amatoriali in diverse regioni del cielo, a seconda dei luoghi di osservazione: per esempio osservandolo da Roma si dirigerà verso la stella polare”. Dal 16 al 20 Febbraio sarà costantemente monitorato dal radar di Goldstone, nel deserto del Mojave, i cui echi non solo potranno aiutare a determinare meglio la sua orbita, ma consentiranno ai ricercatori di prevedere eventuali incontri futuri. Inoltre la visione consentirà di rivelare le caratteristiche fisiche come le dimensioni, la rotazione e la riflessione. Un risultato importante della campagna di osservazione sarà una mappa radar in 3D che mostrerà la roccia spaziale da tutti i lati. Il Virtual Telescope trasmetterà l’osservazione in diretta, grazie alla sua rete di telescopi da remoto, a partire dalle ore 23.