Le previsioni meteo dell’aeronautica militare fino all’11 gennaio: aspettando il grande gelo…

    /
    MeteoWeb

    Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un veloce sistema nuvoloso proveniente dal Nord Europa sfila sulle regioni meridionali e quelle del medio versante adriatico, accompagnato da venti forti settentrionali. Tempo previsto fino alle 7 di domani. Nord: residui addensamenti sui versanti Nord delle Alpi centro-orientali con deboli nevicate specie sulle zone di confine e tendenza ad ulteriore miglioramento. Nubi medio alte su basso Piemonte, Lombardia meridionale, Emilia-Romagna e Liguria; cielo sereno o poco nuvoloso sulle restanti aree. Foschie localmente dense e nebbie in banchi soprattutto sulle aree pianeggianti dei settori centro-orientali in dissolvimento mattutino mentre strati bassi provenienti dal mare potranno interessare le coste liguri. Centro e Sardegna: residui annuvolamenti sulle zone occidentali della Sardegna in graduale dissolvimento. Nuvolosita’ irregolare sulle regioni del versante adriatico e sul basso Lazio con basso rischio di deboli precipitazioni sull’Abruzzo nella serata. Cielo sereno o al piu’ poco nuvoloso per nubi medio-alte sulle restanti aree, specie sulla Toscana; qualche banco di nebbia si formera’ dopo il tramonto nelle vallate interne, in dissolvimento mattutino.
    Sud e Sicilia: nuvolosita’ irregolare su tutte le regioni con deboli piogge sparse che risulteranno piu’ probabili tra Puglia, Calabria e Sicilia settentrionale, sebbene con tendenza al miglioramento nel corso della serata-nottata. Al primo mattino qualche foschia densa nell’entroterra campano. Temperature: minime in diminuzione sui settori adriatici centro-settentrionali e al Sud peninsulare; senza notevoli variazioni sulle restanti zone del Paese. Venti: generalmente moderati dai quadranti settentrionali, con rinforzi nelle vallate alpine e con tendenza ad aumento fino a condizioni di vento forte nel pomeriggio e nella serata su Molise, Puglia, Basilicata e Calabria, specie settori ionici di queste ultime due regioni. Mari: poco mossi il Mar Ligure e l’alto Adriatico; da mosso a molto mosso il Tirreno, con tendenza a rinforzare in serata sul settore meridionale; molto mossi, tendenti ad agitati, i restanti mari, con tendenza a divenire molto agitato lo Jonio nel corso della nottata.

    Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo per la giornata di domani, domenica 6 gennaio 2013. Nord: nuvolosita’ scarsa sul settore alpino e velature diffuse ma poco consistenti sulle zone; tendenza ad ampie schiarite dal tardo pomeriggio. Nella serata nuovi annuvolamenti sui versanti settentrionali delle Alpi centro-orientali, con deboli nevicate sulle cime di confine di Lombardia e Trentino-Alto Adige. Foschie dense e nebbie in banchi, a tratti persistenti sulle aree di pianura comprese tra Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Centro e Sardegna: nubi irregolari al primo mattino sull’Abruzzo, ma con tendenza a successive rapide schiarite. Cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del centro e sulla Sardegna, in presenza tuttavia di velature su Toscana e Marche nel corso del pomeriggio. Formazione di nebbie anche diffuse e strati bassi nelle prime ore del giorno sulla Toscana e localmente anche sull’Umbria, ma con tendenza a rasserenamenti nel corso della mattinata. Dalla sera nuovo rapido aumento della nuvolosita’ su Marche, Abruzzo e basso Lazio, con qualche debole pioggia sulle coste abruzzesi.
    Sud e Sicilia: nubi sparse tra Puglia salentina, Calabria ionica e Sicilia orientale nelle prime ore del giorno, con qualche debole piovasco ma con tendenza a schiarite. Poche nubi sul resto del Sud, con qualche annuvolamento in piu’ nella serata. Temperature: minime e massime in diminuzione su Emilia-Romagna, fascia appenninica centro-meridionale e Calabria, senza variazioni di rilievo sul resto del Paese. Venti: deboli o localmente moderati da Nord nelle vallate alpine; deboli occidentali in Pianura Padana, sulle Marche e sull’Abruzzo, con qualche rinforzo al mattino; deboli variabili sulla Sardegna e sulle regioni centrali tirreniche; moderati o forti da Nord sul Meridione, con ulteriori rinforzi su Puglia, Basilicata e Calabria, specie settore ionico. Mari: poco mossi il Mar Ligure, l’alto Adriatico, il medio e l’alto Tirreno; molto mossi il Mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia ma con moto ondoso in attenuazione; molto mossi o agitati il medio e basso Adriatico, il basso Tirreno e lo Jonio, con moto ondoso piu’ accentuato sul Canale d’Otranto e sullo Jonio al largo, che potranno risultare localmente molto agitati.

    Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. LUNEDI’ 7 GENNAIO Nord: nebbie diffuse al mattino sulla Pianura Padana, che tenderanno a sollevarsi parzialmente col passare delle ore dando pero’ luogo a strati di nubi basse. Cielo sereno o poco nuvoloso sulle restanti zone, con qualche addensamento piu’ consistente nella seconda parte della giornata sul Friuli-Venezia Giulia. Centro e Sardegna: annuvolamenti sparsi sulle regioni adriatiche, che tenderanno ad aumentare gradualmente in serata; cielo sereno o poco nuvoloso sulle restanti regioni ma locali banchi di nebbia al primo mattino sulle vallate interne peninsulari e lungo le coste della Toscana, in successivo diradamento. Sud e Sicilia: residua nuvolosita’ al mattino sulle aree ioniche e, in forma piu’ compatta, tra Sicilia e Calabria, ove sara’ associata a deboli precipitazioni. Tendenza a graduale e generale miglioramento nel corso della giornata. Temperature: minime in aumento al Sud peninsulare, in diminuzione al Nord-Ovest, stazionarie altrove; massime in aumento al Sud, in diminuzione al Nord, stazionarie al Centro. Venti: moderati settentrionali su Puglia e zone ioniche di Basilicata e Calabria, con locali rinforzi; moderati nord-occidentali sulle due isole maggiori; deboli sulle restanti zone del Paese; mediamente settentrionali sulle regioni del versante adriatico e sulla Campania; di direzione variabile altrove. Mari: da molto mossi ad agitati l’Adriatico meridionale, il mare di Sardegna e lo Ionio; da mossi a molto mossi l’Adriatico centrale, il Tirreno, il Canale Di Sardegna e lo Stretto di Sicilia; da poco mossi a mossi i restanti bacini.
    MARTEDI’ 8 Estese velature al Centro-Nord con nebbie persistenti in Pianura Padana; stabile e perlopiu’ soleggiato al Sud. Temperature minime del mattino in diminuzione al Centro peninsulare ed al Nord. Venti e mari in attenuazione al Sud. MERCOLEDI’ 9 Si diffondono le nebbie al Centro-Nord e strati di nubi basse lungo le aree costiere occidentali. Un sistema frontale tende ad avvicinarsi al settore alpino determinando un generale e graduale aumento della nuvolosita’ medio-alta sulle regioni settentrionali nel corso della giornata. Stabile e maggiormente soleggiato al Sud. GIOVEDI’ 10/VENERDI’ 11 Nuvolosita’ irregolare su tutte le regioni centro-settentrionali associata a locali precipitazioni che tenderanno ad essere moderate sulle aree tirreniche tra Campania, Basilicata e Calabria nella giornata di giovedi’; miglioramenti nella giornata di venerdi’.