Le previsioni meteo dell’aeronautica militare per oggi e domani: forte maltempo e tanta neve sull’Italia

MeteoWeb

Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un sistema nuvoloso interessa , con piogge e rovesci, il nostro Paese; le precipitazioni saranno di forte intensita’ e a prevalente carattere temporalesco su Calabria e Puglia. Tempo previsto fino alle 24 di oggi. Nord: ancora un po’ di pioggia e nevicate a quote collinari tra Liguria e basso Piemonte. La nuvolosita’ si presentera’ un po’ piu’ diffusa tra Emilia-Romagna, Lombardia e Triveneto con precipitazioni sparse, nevose intorno ai 200-400 metri e localmente anche in pianura, ma con tendenza a miglioramento a partire dalla ore serali. Dal pomeriggio un nuovo peggioramento atteso tra Liguria, settore occidentale di Emilia-Romagna, Lombardia e Piemonte apportera’ precipitazioni che si manifesteranno sotto forma nevosa sempre a partire da 200-400 metri ma con tendenza a presentarsi localmente sulle zone pianeggianti tra Emilia e Lombardia dalla notte. Centro e Sardegna: condizioni all’insegna della variabilita’, ma con addensamenti un po’ piu’ consistenti tra Toscana, Lazio ed Umbria, che apporteranno piogge sparse fino al primo pomeriggio. Poi tempo in miglioramento sulle restanti regioni peninsulari; assenza di fenomeni significativi in un contesto che vedra’ nubi alternarsi ad ampie schiarite. Sulla Sardegna il tempo peggiorera’ dal primo pomeriggio e si manifestera’ sotto forma di piogge o rovesci sparsi, che dalle aree piu’ occidentali si estenderanno all’intera isola. Sud e Sicilia: nuvolosita’ abbastanza diffusa un po’ su tutte le regioni con piogge e rovesci sparsi su Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia salentina. I fenomeni potranno assumere anche carattere di temporale tra le aree ioniche di Calabria e Salento. Parziale attenuazione dei fenomeni su Sicilia e zone interne peninsulari dal tardo pomeriggio. Temperature: stazionarie sulle regioni settentrionali ed in diminuzione al Centro-Sud. Venti: deboli o moderati dai quadranti occidentali al Centro-Sud, indecisa intensificazione sulla Sardegna e Sicilia occidentale; deboli dai quadranti settentrionali al Nord. Mari: da molto mossi ad agitati il Mare di Sardegna, lo Ionio; localmente molto agitato il basso Adriatico; da mossi a molto mossi i restanti bacini, con moto ondoso in aumento su Tirreno e Stretto di Sicilia.

Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, mercoledì 16 gennaio. Nord: miglioramento atteso su tutte le regioni nel corso della mattinata, in attesa di un nuovo peggioramento dal pomeriggio, ad iniziare dalla Liguria; verso sera le nubi e le precipitazioni interesseranno anche basso Piemonte, Emilia-Romagna, la parte meridionale della Lombardia e l’intero Triveneto; i fenomeni assumeranno carattere nevoso sempre a partire da 200-400 metri ma localmente potranno presentarsi a quote pianeggianti tra Piemonte, Lombardia ed Emilia. Centro e Sardegna: precipitazioni sparse al mattino tra Toscana, Lazio ed Abruzzo, con quota neve intorno a 800-1000 metri; migliora in tarda mattinata per poi peggiorare nuovamente nel pomeriggio ad iniziare dalla Toscana; i fenomeni dalla sera diverranno sempre piu’ diffusi interessando tutte le regioni peninsulari e la Sardegna con la quota neve che tendera’ ad abbassarsi fino a 600 metri. Sud e Sicilia: condizioni all’insegna della estrema variabilita’, con piogge e rovesci ancora sui settori tirrenici e sul Salento; dopo un temporaneo miglioramento si assistera’ all’arrivo di nuove nubi dalla sera con nuove precipitazioni in nottata tra Sicilia, Campania ed aree tirreniche di Basilicata e Calabria. Temperature: in generale lieve diminuzione a parte la Sardegna, dove tenderanno invece ad aumentare. Venti: da moderati a forti occidentali tra Sardegna, Sicilia e regioni centro-meridionali; moderati Sud-occidentali tra Liguria e Toscana; di provenienza settentrionale sul resto del Nord con rinforzi sul Triveneto. Mari: in genere agitati i bacini centro-meridionali; da mossi a molto mossi i rimanenti mari.