Le previsioni meteo e le mappe dell’aeronautica militare: nel weekend tanta neve al nord/ovest

    /
    MeteoWeb

    Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: la circolazione depressionaria presente sulle regioni meridionali italiane, si sposta verso est attenuandosi; cio’ determina un generale miglioramento delle condizioni atmosferiche che dal nord, si estende al settore centro-settentrionale tirrenico. Nel contempo un nuovo sistema perturbato si approssima alle regioni occidentali italiane. Tempo previsto fino alle 7 di domani. Nord: residua nuvolosita’ sulle regioni orientali e sulle coste dell’Emilia-Romagna, ma con tendenza a maggiori schiarite. In prevalenza sereno o poco nuvoloso sul resto del nord ma con nuvolosita’ medio alta stratiforme in graduale estensione ed intensificazione dal pomeriggio ad iniziare dal settore occidentale con deboli precipitazioni verso fine giornata sulla Liguria e settori alpini occidentali.
    Centro e Sardegna: progressivo aumento della nuvolosita’ dal pomeriggio con locali deboli precipitazioni sulle aree occidentali dalla sera. Ampie schiarite ad iniziare dalla Toscana, in successiva estensione all’Umbria ed al Lazio, mentre la nuvolosita’ed i fenomeni si attarderanno sulle regioni adriatiche risultando in attenuazione solo dalla sera ad iniziare dalle Marche. Sud e Sicilia: molte nubi su tutte le regioni con precipitazioni sparse, piu’ diffuse e persistenti sui versanti tirrenici dove assumeranno prevalente carattere temporalesco. Nevicate interesseranno i rilievi Molisani e campani a quote superiori ai 500-600 mt, ed a quote superiori agli 800-1000 mt sui rilievi delle restanti regioni. Dalla sera generale miglioramento ad iniziare dalla Campania. Temperature: in aumento nei valori massimi sulle regioni settentrionali, su Sardegna e Toscana; in diminuzione sulle restanti regioni centrali ed al sud. Venti: da moderati a forti settentrionali sulle regioni centrali e meridionali con rinforzi specie sulla Sicilia e coste del basso Tirreno, in attenuazione serale. Da moderati a forti orientali sulle regioni dell’alto Adriatico in passaggio a quelle del basso Adriatico dalla sera. Deboli di direzione variabile sulle regioni settentrionali tendenti a divenire sud-occidentali sulla Liguria dal pomeriggio ed a rinforzare. Mari: da molto agitato a grosso il Tirreno meridionale e lo Stretto di Sicilia e lo Ionio. Da molto mossi ad agitati il Tirreno centrale, il medio Adriatico, il mare ed il Canale di Sardegna. Mossi i restanti bacini con moto ondoso in attenuazione sotto costa su Mar Ligure, settori settentrionali del mar Tirreno e dell’Adriatico.

    Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, sabato 19 gennaio. Nord: estesa nuvolosita’ sin dal mattino sulle regioni occidentali con associate precipitazioni, nevose fino in pianura sul Piemonte, a quote molto basse sulla Liguria. Nel corso della tarda mattinata e del primo pomeriggio le nubi e i fenomeni si estenderanno anche alle regioni orientali con la neve che in pianura si spingera’ fin verso La Lombardia orientale e l’Emilia, a quote inizialmente intorno ai 300-500 metri su Veneto e Trentino-Alto Adige ma con tendenza a rapida risalita, a quote superiori sulla Romagna. Centro e Sardegna: molte nubi sulla Sardegna e regioni tirreniche con piogge che tenderanno ad intensificarsi col passare delle ore. Locale attivita’ convettiva potra’ interessare le aree costiere del medio Tirreno nella seconda parte del giorno. Parziali annuvolamenti sulle regioni adriatiche con tendenza all’aumento delle nubi sulle zone interne appenniniche. Sud e Sicilia: iniziali condizioni all’insegna di nubi sparse ma con addensamenti in graduale aumento sulle aree tirreniche e sulla Puglia con precipitazioni a fine giornata, localmente a carattere di rovescio o temporale sulla Campania. Temperature: massime stazionarie o in lieve diminuzione in Pianura padana, in aumento sulle altre aree del paese, specie sulle due isole maggiori e sulla Calabria. Venti: moderati meridionali al centro ed al sud con rinforzi lungo le coste delle regioni centrali e sulla Sardegna. Da deboli a moderati orientali in Pianura padana. Deboli di direzione variabile altrove. Mari: da molto mossi ad agitati lo Ionio al largo ed il mare di Sardegna. Da mossi a molto mossi i rimanenti mari con moto ondoso in aumento sui bacini occidentali e sull’alto Adriatico.

    Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. Domenica 20 gennaio: Nord: estesa nuvolosita’ su tutte le regioni con associate precipitazioni, nevose a quote medie sull’arco alpino in genere e fino in pianura su Piemonte, Lombardia e settore occidentale dell’Emilia-Romagna, nonche’ a quote localmente basse sulle aree interne della Liguria. Nel corso della mattinata sulle pianure la neve si tramutera’ gradualmente in pioggia ad eccezione delle pianure piemontesi che continueranno ad essere interessate da precipitazioni nevose con accumuli importanti sulle aree occidentali e meridionali della Regione. Attenuazione dei fenomeni in serata. Centro e Sardegna: molte nubi sulle regioni occidentali e zone interne peninsulari con precipitazioni sulla Sardegna e che nel corso della mattinata si muoveranno dalle aree costiere peninsulari verso l’interno. Addensamenti irregolari sulle regioni adriatiche con tendenza all’aumento durante il pomeriggio. Sud e Sicilia: nubi sparse poco significative al mattino su tutte le regioni. Nel corso della giornata tendono ad aumentare le nubi sulle regioni tirreniche peninsulari e sulla Sicilia con associate precipitazioni in serata. Temperature: in generale aumento al centro-sud, al nord-est e sul settore alpino; stazionarie altrove. Venti: moderati meridionali su tutte le regioni centro meridionali con locali rinforzi sulle coste della Toscana. Da moderati a forti settentrionali sulla Liguria. Deboli di direzione variabile con locali rinforzi sulle restanti zone. Mari: da mossi a molto mossi lo Ionio e lo Stretto di Sicilia; da molto mossi a localmente agitati i restanti mari. Lunedi’ 21 gennaio: diffusa nuvolosita’ su tutte le regioni con precipitazioni associate, maggiormente frequenti su centrali tirreniche settentrionali; situazione meno perturbata sulle aree ioniche del meridione. Martedi’ 22 gennaio: spiccata variabilita’ ma con fenomeni in generale attenuazione, specie al sud. Mercoledi’ 23 e giovedi’ 24: nuovo peggioramento nel corso della giornata di mercoledi’ per una perturbazione in arrivo da ovest. Piogge diffuse nella giornata di giovedì.