L’evoluzione umana? Dovuta ai cambiamenti ambientali verificatisi nell’Africa orientale 2 milioni di anni fa

MeteoWeb

Una serie di cambiamenti ambientali avvenuti in tempi rapidi circa due milioni di anni fa nell’Africa orientale sarebbero responsabili dell’evoluzione umana: è quanto risulta da uno studio della statunitense Penn State University. Come spiega il sito di Science Daily, l’habitat dei primi ominidi sarebbe più volte cambiato, passando da zona boscosa e savana e viceversa per cinque o sei volte nell’arco di 200mila anni: cambiamenti che sarebbero avvenuti in modo brusco, con periodi di transizioni non superiori a poche centinaia di anni. Tali cambiamenti nell’habitat avrebbero stimolato i processi cognitivi, necessari per un rapido adattamento alle nuove condizioni, spesso nell’arco di poche decine di generazioni. Quanto alle cause dei mutamenti, delle variazioni anche lievi nella quantità di luce solare – provocate dal progressivo variare dell’orbita terrestre attorno al Sole – avrebbero portato a una diversa circolazione dei monsoni nell’atmosfera e dunque a una diversa frequenza delle piogge.