Maltempo: piattaforma petrolifera incagliata in Alaska, si rischia un disastro ecologico

MeteoWeb

Una piattaforma petrolifera flottante, usata per le trivellazioni a largo delle coste dell’Alaska, si è arenata di fronte ad una piccola isola disabitata a causa di una violenta tempesta. La Kulluk, che ha 81 metri di diametro, ha nei suoi serbatoi 540mila litri di carburante e 45mila litri di olio lubrificante. Finora, assicurano dalla Guardia costiera americana che ha sorvolato la Kulluk, non vi sono stati segni di eventuali fuoriuscite. La piattaforma si è arenata dopo essere stata sganciata dalle forza del vento e del mare dai cavi che la legavano a due rimorchiatori che sta stavano portando a Seattle per manutenzione. Si rischia un vero e proprio disastro ecologico.