Marte: il disgelo primaverile potrebbe portare una serie di cambiamenti geologici

MeteoWeb
Il pianeta Marte - Credit: NASA

Un nuovo studio condotto dal Planetary Science Institute mostra che il disgelo primaverile su Marte potrebbe portare una serie di cambiamenti geologici sulla superficie del pianeta. L’anidride carbonica congelata, anche nota come ghiaccio secco, si deposita infatti sulle dune che circondano il polo nord con la calotta polare ghiacciata permanente. In primavera, quando il ghiaccio comincia a sublimarsi, il gas erode e destabilizza la sabbia delle dune. “E’un processo incredibilmente dinamico“, ha spiegato Candice Hansen, autore dello studio. “Avevamo questo vecchio paradigma secondo cui tutta l’azione su Marte era relegata a miliardi di anni fa. Grazie al monitoraggio dei cambiamenti del pianeta con il Mars Reconnaissance Orbiter, uno dei nuovi paradigmi e’ che Marte ha molti processi attivi ancora oggi“, ha aggiunto. Come si legge sulla rivista Icarus, il team ha utilizzato tre anni di dati per compilare relazioni sulla sequenza e varieta’ di cambiamenti che hanno luogo durante la primavera marziana. Fra questi, esplosioni di gas che trasportano sabbia, rotture poligonali del ghiaccio sulle dune, valanghe di sabbia lungo i crinali delle dune.