Previsioni Meteo, mappe e dettagli fino al 10 gennaio: freddo e instabilità al sud, sole e caldo al nord/ovest

    /
    MeteoWeb

    Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, sabato 5 gennaio 2012. Nord: cielo nuvoloso sui versanti nord delle Alpi centro-orientali, con deboli nevicate nella prima parte del giorno e con tendenza a successivo miglioramento. Nubi medio alte sul basso Piemonte e sull’Appennino ligure e tosco-Emiliano, con cielo sereno o poco nuvoloso invece sulla fascia sub-alpina e sulla pianura veneta e friulana. Foschie localmente dense o nebbie in banchi lungo il bacino del Po e formazioni di strati bassi provenienti dal mare sulle coste liguri nella notte e nelle prime ore del giorno, in successiva nuova intensificazione nella serata. Centro e Sardegna: nubi irregolari sulla Sardegna, piu’ compatte sulla costa Occidentale nella prima parte della giornata e in graduale dissolvimento nelle ore calde. Nebbie e strati bassi anche sulla Toscana, sia sulla costa che nelle vallate interne, ma con tendenza a schiarite nella mattinata. Cielo nuvoloso sulle regioni del versante Adriatico, con qualche debole pioggia sulle coste e nell’immediato entroterra abruzzese al mattino e deboli fiocchi di neve sui monti nella serata. Cielo sereno o poco nuvoloso su Lazio e Umbria, pur con qualche foschia densa al mattino.
    Sud e Sicilia: nuvolosita’ irregolare, a tratti intensa sia sulla Sicilia che sul meridione peninsulare, con deboli piogge sparse che risulteranno piu’ probabili tra Puglia, Calabria e Sicilia settentrionale, sebbene con tendenza al miglioramento per fine giornata. Temperature: minime in aumento sulla Pianura padana centro-orientale e senza Variazioni di rilievo sul resto del paese. Massime in aumento sulla Pianura padana centro-orientale e sulle Marche, in diminuzione sulla Puglia e senza variazioni di rilievo sul resto del territorio. Venti: generalmente moderati dai quadranti settentrionali, con rinforzi nelle vallate alpine e con tendenza ad aumento fino a condizioni di vento forte nel pomeriggio e nella serata su Puglia, Basilicata e Calabria jonica. Mari: poco mossi il Mar Ligure, l’alto Adriatico e la fascia sottocosta del Tirreno. Mossi la fascia sottocosta dello Ionio, il medio Adriatico e il Tirreno al largo, con moto ondoso in aumento su questi ultimi. Molto mossi il mare e Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, il basso Adriatico e lo Ionio al largo, con moto ondoso in aumento nel pomeriggio fino a condizioni di mare localmente agitato.

    Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni Domenica 06 gennaio: Nord: poche nubi in area alpina e nubi medio alte diffuse ma poco consistenti sulle zone pianeggianti e sulla Liguria, sebbene con tendenza a schiarite dal tardo pomeriggio. Nella serata, nuovi annuvolamenti sui versanti nord delle Alpi centro-orientali, con debole neve in arrivo sulle cime di confine di Lombardia e Trentino Alto adige. Foschie dense e nebbie in banchi a tratti persistenti sulla pianura compresa tra Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Centro e Sardegna: ancora nubi al primo mattino sull’Abruzzo, ma con tendenza a schiarite. Cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del centro e sulla Sardegna, ma con velature in arrivo su Toscana e Marche nel pomeriggio. Sempre sulla Toscana e localmente anche sull’Umbria, formazione di nebbie anche diffuse e strati bassi nelle prime ore del giorno, con aperture nel corso della mattinata. Nella serata, nuovo rapido aumento della nuvolosita’ su Marche, Abruzzo e basso Lazio, con qualche probabilita’ di pioggia in arrivo nella notte. Sud e Sicilia: ancora nubi irregolari tra Puglia salentina, Calabria jonica e Sicilia orientale nelle prime ore del giorno, con qualche debole pioggia ma con tendenza a schiarite. Poche nubi sul resto del sud, pur con qualche annuvolamento in piu’ in arrivo nella serata. Temperature: minime e massime in diminuzione su Emilia Romagna, fascia appenninica centro-meridionale e Calabria e senza variazioni di rilievo sul resto del paese, salvo lieve tendenza all’aumento per il Settore alpino centro-occidentale per venti di foehn. Venti: deboli o localmente moderati da nord nelle vallate alpine. Deboli da ovest nord-ovest in Pianura padana, sulle Marche e Sull’Abruzzo, con qualche rinforzo al mattino. Deboli variabili sulla Sardegna e sulle regioni centrali Tirreniche. Moderati o forti da nord sul meridione, con ulteriori rinforzi su Puglia, Basilicata e Calabria, specie settore ionico. Mari: poco mossi il Mar Ligure, l’alto Adriatico e il medio e alto Tirreno. Molto mossi il mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia ma con moto ondoso in attenuazione. Molto mossi o agitati il medio e basso Adriatico, il basso Tirreno e lo Ionio, con moto ondoso piu’ accentuato sul canale d’Otranto e sullo Ionio al largo, che potranno risultare localmente molto agitati.
    Lunedi’ 07 gennaio: nubi irregolari al sud e sulle regioni adriatiche, con deboli piogge sparse. Nebbie anche diffuse al nord e nelle valli delle regioni tirreniche, ma con tempo generalmente stabile. Temperature in diminuzione, venti settentrionali, deboli al nord, moderati al centro e sulla Sardegna e forti sul meridione. Mossi o molto mossi i bacini centro-meridionali, poco mossi quelli settentrionali. Martedi’ 08 gennaio: tempo generalmente stabile, ma con nebbie anche diffuse in pianura Padana e nelle valli del centro e nubi basse provenienti dal mare sulla Sardegna e sulle regioni tirreniche. Temperature stazionarie, venti ancora moderati o forti settentrionali al sud e sull’Abruzzo e deboli variabili al centro-nord. Scarso il moto ondoso dei mari che bagnano il centro-nord, piu’ accentuato quello dei bacini meridionali. Mercoledi’ 9 e giovedi’ 10 gennaio: stabile ma con nebbie diffuse e nubi in aumento per mercoledi’, giovedi’, nubi irregolari e qualche pioggia, specie tra le isole maggiori e le regioni tirreniche, sempre con persistenza delle nebbie.