Previsioni Meteo: ondata di calore tra fine mese e inizio febbraio verso il Nord-Ovest? I dettagli

MeteoWeb

Ci risiamo, ancora una volta dico: altro che inverno siberiano. Non ricordo un inverno così zoppicante, non tanto riguardo all’assenza di gelo e neve che ci sono comuqnue  state, ma circa l’aggressività dell’Africa, che in questa stagione dovrebbe starsene, non dico tanto, ma almeno in inverno, dato che ha monopolizzato le altre stagioni, a casa sua.

Invece no, dopo gli episodi nevosi previsti tra domenica e lunedì, ecco delinearsi, e lo vediamo bene nell’immagine modellistica centrata su mercoledì 30, un allungo proprio in direzione del Nord Italia. Beninteso, entro domenica sarà solo un ricordo, ma se non è questo un segno dei cambiamenti climatici non so cosa lo sia. E’ naturale che non mi riferisco solo a questo inverno ma ad un trend consolidato di lungo periodo.

L’atmosfera quindi continuerà la sua altalena senza trovare una direzione stabile verso il freddo, che pure, anche se in assenza di perturbazioni, sarebbe una caratteristica tipica invernale con le alte pressioni Orientali portatrici di freddo asciutto e bel tempo.

Ma analizziamo alcuni dati: lo zero termico schizzerà oltre i 3000 metri, un valore impressionante per il periodo. Le temperature massime raggiungeranno i 10 gradi, anche se questo è più probabile sulle coste, dove anzi potrebbero toccare i 14°C. Le pianure potrebbero subire la classica inversione termica dovuta alla presenza di nebbie al suolo, nebbie che potrebbero facilmente diventare nubi basse a quota collinare.

Per quanto riguarda le temperature in montagna, certamente molto mite sopra le nebbie, con valori occasionalmente di 10°C anche fino a 1500 metri.

Una situazione del tutto deleteria per il manto nevoso, per la salute, per chi ama l’inverno e per la natura. Ma anche un puntata di poca durata con la prospettiva di una provvidenziale ondata fredda dal Nord-Atlantico.

http://www.prontometeo.it/