Previsioni Meteo: tutti i dettagli e le mappe fino a fine mese nel bollettino dell’aeronautica militare

    /
    MeteoWeb

    Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un’area depressionaria in via di allontanamento verso l’Egeo continua a determinare condizioni di tempo instabile al meridione e sulle regioni del medio versante adriatico, sul resto del Paese la pressione e’ in graduale aumento. Tempo previsto fino alle 7 di domani. Nord: cielo sereno o poco nuvoloso con residui annuvolamenti sull’Emilia Romagna a ridosso delle zone appenniniche. In serata aumento delle nubi sulla Liguria mentre qualche annuvolamento un po’ piu’ consistente si potra’ avere fra Veneto occidentale e zone prealpine lombarde con la possibilita’ di qualche debole ed isolato spruzzo di neve a bassa quota. Dopo il tramonto possibili riduzioni di visibilita’ per occasionali banchi di nebbia sulla Pianura Padana.
    Centro e Sardegna: schiarite sempre piu’ ampie sull’isola con nuovi addensamenti di nubi basse in mattinata sulle zone occidentali; cielo sereno o poco nuvoloso sulle coste e nell’immediato entroterra toscano e laziale; nubi sparse sulle zone interne della Toscana, del Lazio e sull’Umbria occidentale in graduale attenuazione; molto nuvoloso su Marche e Abruzzo, con piogge sparse sulla costa e neve da quote collinari nell’immediato entroterra; fenomeni in parziale attenuazione nel corso della serata. Durante la notte e al primo mattino presenza di qualche banco di nebbia nelle vallate interne. Sud e Sicilia: cielo in generale molto nuvoloso o coperto con piogge a carattere sparso e temporali localmente piu’ intensi sulla Sicilia settentrionale e occidentale, sulla Calabria meridionale e sulla Puglia salentina. Possibilita’ di qualche nevicata in area appenninica a quote superiori ai 500 metri nell’entroterra tra Campania e Molise e a quote superiori agli 800 metri tra Basilicata e Calabria. Fenomeni in attenuazione nel tardo pomeriggio e nella serata. Temperature: minime in generale diminuzione. Venti: moderati o forti dai quadranti settentrionali su tutto il centro-sud e sulle isole maggiori; moderati da nord nord-est sulla Liguria e sulle coste del Triveneto, con rinforzi sulle coste adriatiche; deboli variabili sul resto del Nord, con locali rinforzi nelle vallate alpine e con tendenza a provenire sempre debolmente da est in Pianura Padana. Mari: da mosso a molto mosso il Mar Ligure; molto mossi o agitati i restanti mari con tendenza a molto agitati il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia e lo Ionio meridionale.

    Il servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, sabato 26 gennaio. Nord: al primo mattino foschie anche dense e nubi basse sulla aree pianeggianti centrorientali, con possibilita’ di deboli precipitazioni nevose sulle aree di confine piu’ settentrionali tra Lombardia e Veneto. Annuvolamenti diffusi per lo piu’ alti su Piemonte e Valle d’Aosta, in assenza quindi di fenomeni e con tendenza a schiarite dal tardo pomeriggio. Cielo nuvoloso o molto nuvoloso sulla Liguria, con qualche debole pioggia limitatamente nella prima parte della giornata. Centro e Sardegna: cielo inizialmente nuvoloso su Marche e sull’Abruzzo, con residue deboli precipitazioni nevose a quote di collina, ma con tendenza a rasserenamenti. Scarsa o del tutto assente la nuvolosita’ sul resto del centro peninsulare, ma con nuovo aumento di velature sulla Toscana e sulle coste del Lazio dal pomeriggio; nubi irregolari sulla Sardegna per l’intera giornata con possibili piovaschi dal pomeriggio.
    Sud e Sicilia: poche nubi sulla Campania mentre sulle restanti regioni la nuvolosita’ risultera’ essere a tratti ancora intensa, associata a qualche pioggia su Puglia, Calabria e Sicilia settentrionale, ma con tendenza a generale attenuazione della nuvolosita’, ad eccezione della Sicilia dove nel pomeriggio-sera si potranno avere delle precipitazioni diffuse, anche in forma di rovescio e a carattere nevoso oltre gli 800-1.000 metri di quota sui rilievi settentrionali dell’isola. Temperature: minime e massime senza variazioni di rilievo sulle due isole maggiori e ancora in diminuzione sul resto del Paese. Venti: deboli variabili al Nord, salvo rinforzi dai quadranti settentrionali nelle vallate alpine e sulle coste dell’Emilia-Romagna e del Triveneto, con particolare riferimento al Friuli-Venezia Giulia; moderati dai quadranti settentrionali sul resto del Paese, con residui rinforzi al mattino sulla Calabria Ionica e sul Salento, con nuova decisa tendenza a rinforzare sulla Sardegna dal pomeriggio e sulla Sicilia dalla sera. Mari: poco mossi o mossi il Mar Ligure e l’Alto Tirreno; mossi il Medio Tirreno e l’Alto Adriatico, ma con locali residue condizioni di mare molto mosso su quest’ultimo; molto mossi il Medio e Basso Adriatico, il Tirreno Centromeridionale e lo Ionio, tutti con moto ondoso in attenuazione, specie per la fascia sottocosta del Tirreno; agitati il Mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia, con moto ondoso in nuovo aumento nel pomeriggio.

    Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. DOMENICA 27 GENNAIO Nord: iniziali condizioni di cielo sereno su tutte le regioni salvo locali annuvolamenti bassi in Pianura Padana; tendenza a graduale aumento della nuvolosita’ nel corso della tarda mattinata sulle regioni occidentali con annuvolamenti via via piu’ compatti a cui si assoceranno locali piovaschi sul finire di giornata sulla Liguria e nevicate sul settore alpino occidentale e la Valle d’Aosta. Centro e Sardegna: giornata all’insegna della stabilita’ con scarsi annuvolamenti, ad eccezione delle aree costiere adriatiche interessate da strati bassi al primo mattino; dal pomeriggio nubi medio-alte in graduale aumento sull’alta Toscana e sulla Sardegna, in estensione nel corso della sera alle restanti aree tirreniche ed all’Umbria ma senza precipitazioni. Sud e Sicilia: residua nuvolosita’ sulla Sicilia e sulla Calabria, poche nubi sulle restanti regioni; velature in arrivo sui settori occidentali e settentrionali della Sicilia in serata. Temperature: minime in diminuzione sulle regioni adriatiche, al Sud ed in Pianura Padana, stazionarie altrove; massime stazionarie su tutte le regioni ad eccezione della Pianura Padana centrorientale dove risulteranno essere in lieve diminuzione. Venti: moderati settentrionali sulle regioni adriatiche centromeridionali e sulla Sicilia settentrionale; deboli mediamente settentrionali sulle restanti aree del centro-sud, di direzione variabile al Nord. Mari: da molto mosso ad agitato il Canale di Sardegna; da mossi a molto mossi il Mare di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, lo Ionio, i settori centromeridionali del Tirreno e dell’Adriatico; da poco mossi a mossi i restanti mari con moto ondoso in Attenuazione su tutti i bacini.
    LUNEDI’ 28 GENNAIO Generale peggioramento delle condizioni al centro-nord nelle prima parte del giorno per il transito del sistema frontale che raggiungera’ il Sud nella serata, ad eccezione della Puglia, con precipitazioni diffuse, a carattere nevoso a quote molto basse sulle regioni nordoccidentali. Tendenza al miglioramento durante la seconda parte della giornata ad iniziare dalla Valle d’Aosta, dal Piemonte e dalla Sardegna. MARTEDI’ 29 GENNAIO. Condizioni in generale miglioramento con residue piogge al mattino Sulla Sicilia ed estreme aree peninsulari del Meridione. MERCOLEDI’ 30 E GIOVEDI’ 31 GENNAIO Tempo stabile con scarsa nuvolosita’ ad eccezione delle regioni di nordest lambite dal passaggio di un disturbo in quota sulle regioni balcaniche.