Record New York-San Francisco: Maserati raggiunge l’equatore e impatta sull’ITCZ davanti la costa brasiliana

MeteoWeb
L'ITCZ vista dal satellite

Prosegue l’avventura di Giovanni Soldini su Maserati, alla ricerca del nuovo record nella tratta New-York-San Francisco. Maserati ormai è sempre più vicina all’equatore geografico, ormai manca davvero poco per passare l’emisfero. La barca si troverà di fronte l’ITCZ,(il “fronte di convergenza intertropicale” dove confluiscono gli Alisei) che rimane sempre una grande incognita, dal punto di vista climatico. Al suo interno si celano potenti “Clusters temporaleschi”, inframmezzati da estese aree di calma di vento, che possono portare forti colpi di vento, con raffiche sui 30-40 nodi. Nelle ultime ore il fronte temporalesco, legato ad esso, che si era sviluppato davanti le coste brasiliane, si è dissolto, frazionandosi in più “Celle” più isolate che si sviluppano e si dissolvono sopra la linea di convergenza dei due Alisei, dove l’attività convettiva rimane molto intensa. Maserati, probabilmente, mantenendo tale rotta, riuscirà a schivare la parte più attiva del “fronte intertropicale”, scivolando a sud per agganciare il flusso dell’Aliseo di SE, presente lungo il bordo settentrionale del potente anticiclone sub-tropicale dell’isola di Sant’Elena (l’alta pressione dell’Atlantico meridionale). Da li partirà la corsa per Capo Horn.