Rischio eruzione Vesuvio, Gabrielli: “manca reale consapevolezza dei rischi”

MeteoWeb

Centinaia di migliaia di italiani vivono sulle pendici di un vulcano. O in zone a rischio idrogeologico o, ancora, in edifici realizzati in aree sottratte a fiumi e torrenti. Ma su questi temi “riscontro ancora un’eccessiva insensibilità e una mancanza di consapevolezza“. Il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, presentando i nuovi scenari di rischio riguardanti il Vesuvio e i Campi Flegrei, torna a ribadire la necessità di un cambio culturale in materia di prevenzione, sia da parte delle istituzioni che dei cittadini. “Nella zona dei Campi Flegrei – sottolinea – la percentuale di gente che non conosce il rischio su cui, letteralmente, è seduta, raggiunge percentuali tra il 70 e l’80%“. Questa “insensibilità – aggiunge – spesso si traduce in un atteggiamento non adeguato delle istituzioni” che, invece, hanno il dovere di rendere consapevoli i cittadini. “E’ inutile stare nell’attesa messianica di un piano nazionale da parte del governo centrale – dice Gabrielliil piano nazionale non è altro che la risultanza dei piani di settore che ciascuna istituzione deve fare“.