Smog a Milano, Legambiente: “polveri sottili alle stelle”

MeteoWeb

Polveri sottili di nuovo alle stelle, con superamenti in tutta la Pianura Padana e anche nelle valli. Lo annuncia Legambiente che spiega come ieri, nelle aree metropolitane e in prossimita’ delle autostrade, molte centraline misurassero livelli oltre il doppio del massimo tollerato. In diverse localita’, aggiunge, si sono registrati superamenti anche per gli ossidi d’azoto, gli inquinanti piu’ tipici delle emissioni da traffico automobilistico. ”Non poteva certo mancare – commenta Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia – l’appuntamento con i picchi di smog di gennaio. Nelle politiche anti smog – afferma – occorre una nuova tabella di marcia, con due obiettivi chiari: svuotare le strade e ridurre i consumi energetici”. Sono questi, spiega Legambiente, anche gli argomenti messi sul piatto nella discussione in Regione sul Pria, il piano di risanamento dell’aria, per il quale sono stati convocati oggi i forum per la valutazione ambientale e l’esame delle osservazioni presentate da enti e associazioni. “Ma il Pria – prosegue Di Simine – pur partendo da una buona analisi della situazione, appare eccessivamente timido nel mettere in campo misure per portare la Lombardia fuori dallo smog”. Secondo il presidente, il piano affronta finalmente il problema inquinamento da tutti i punti di vista, ma quelle che continuano a mancare sono misure efficaci, che richiedono regole certe, un sistema di controlli che funzioni, il coraggio di assumere anche iniziative impopolari, come i disincentivi economici. “E’ chiaro che – conclude Di Simine – non ci sono margini di risanamento dell’aria se non si ha il coraggio di punire anche economicamente gli sprechi per premiare invece chi e’ capace di usare con intelligenza i sistemi di mobilita’ sostenibile e di fare investimenti nel settore delle energie rinnovabili”.