A Modena 69 cm di neve nel solo mese di Febbraio

MeteoWeb

Secondo quanto riportano i dati dell’Osservatorio geofisico del Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari dell’Universita’ degli studi di Modena e Reggio Emilia, sono ben 69 i centimetri di neve caduti finora a Modena nel mese di Febbraio 2013. Queste ultime giornate, ben 4 giorni di neve a fasi alterne, hanno visto secondo i rilievi a norma WMO dell’Osservatorio Geofisico, cadere, nel dettaglio, a Modena, sabato 23 febbraio ben 25 centimetri di neve fresca in 24 ore, a cui si è aggiunto un centimetro nella successiva notte e fino all’alba di domenica. Tre centimetri erano gia’ caduti giovedi’ 21 e 15 centimetri venerdi’ 22 febbraio, per un totale di 44 centimetri in quattro giorni. A completare il dettaglio dei dati sulla neve di febbraio vanno aggiunti i 25 centimetri caduti lunedi’ 11 febbraio. “Per il rilievo dell’altezza di neve fresca in 24 ore – fa notare Luca Lombrosol’Osservatorio Geofisico raccoglie i dati da rilevatori volontari fra cui Salvatore Quattrocchi, rilievi che sono eseguiti secondo precisi standard e linee guide; l’ultima nevicata poi e’ stata piuttosto irregolare come manto per cui e’ stato necessario un lavoro meticoloso di validazione dei dati“. Riguardo al freddo, le temperature, si sono mantenute durante la nevicata pochi decimi sopra gli zero gradi, ma niente “grande gelo” come nel febbraio 2012 (definito “nevone”), con le minime nella notte fra domenica 24 e lunedi’ 25 febbraio che, sebbene scese al di sotto dello zero, non sono scese sotto -1,1 gradi (dato rilevato al Campus). Un dato e’ sicuramente manifesto: il totale finora della stagione invernale 2012/13 di neve fresca e’ di 94 cm, maggiore dell’inverno 2011/12 (83 cm) e del nevoso 2003/04 (93 cm), ma al di sotto del “nevosissimo” 2009/10 che ha visto cadere ben 113 centimetri di neve e il protrarsi dei fenomeni nevosi fino a meta’ marzo. All’opposto, non un fiocco e’ caduto nell’inverno 2006/07 e poca neve si e’ vista in altri anni recenti. “Se da un lato – ha continuato Luca Lombroso – e’ difficile trarre conclusioni, dall’altro pero’ i dati recenti sembrerebbero parlare di minor frequenza nelle nevicate, ma di estrema intensita’ dei fenomeni nevosi. Di fatto nevica meno spesso, ma quando accade lo fa in modo piu’ intenso, con veri eventi estremi nevosi. Rimandiamo comunque a fine stagione per un bilancio definitivo: non mancheranno curiosita’ e anomalie“.