Acqua alta a Venezia, stasera nuova punta di 110cm dopo il picco di 143cm della scorsa notte

MeteoWeb

L`Istituzione centro previsioni e segnalazioni maree ha registrato alle ore 00.10, al mareografo di Punta della Salute, una punta massima di marea di 143 cm sullo zero mareografico. Mentre per stasera è previsto un ritorno di onda di sessa, seppure contenuto, che dovrebbe portare la marea a 110 cm alle ore 24. La punta massima di ieri è coincisa con una marea astronomica di 73 cm in fase di sizigia (novilunio) con un contributo meteorologico di 70 cm. La marea ha oscillato sopra i 140 cm dalle 23.15 alle 00.30. La marea si colloca al quindicesimo posto nella graduatoria storica, prima marea eccezionale del 2013. All`origine del fenomeno, nel contesto di una perturbazione che ha provocato maltempo su tutta Italia con neve diffusa dai monti alla pianura, è una perturbazione nord atlantica che si è estesa verso il Mediterraneo determinando un flusso di aria più umida dai quadranti meridionali associata alla formazione di un’area depressionaria che ha dato i suoi effetti ad iniziare dalla tarda mattinata di ieri con venti forti dapprima di bora sulla laguna di Venezia (54 km/h) e quindi di scirocco (fino a 80 Km/h) nel resto dell`Adriatico. I livelli massimi raggiunti sono stati di 153 cm alla diga sud del Lido; di 144 cm alla piattaforma Cnr; di 152 cm alla diga sud di Chioggia; di 152 cm a Chioggia Vigo. La pressione atmosferica è scesa di 14 hPa rispetto alle 24 ore precedenti, toccando il minimo di 998 hPa. Il Centro maree ricorda che la giornata odierna ha visto il più alto livello di marea contestualmente alla presenza di neve abbondante in città. Il Centro maree, che da tre giorni aveva inserito in segreteria telefonica una previsione sui 140 cm alle ore 24, l’ha aggiornata a 160 cm alle 19.30 per poi riaggiornarla a 150 cm alle ore 22.30, a circa un’ora e mezza prima dell`evento.