Allerta Meteo, ciclone Mediterraneo in arrivo al Sud: il bollettino e le mappe dell’aeronautica militare

    /
    MeteoWeb

    Anche il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare si prepara al forte peggioramento ormai imminente in Sardegna, che nelle prossime ore si estenderà a tutta l’Italia meridionale. Nell’analisi generale pubblicata dagli esperti si può leggere che la vasta depressione di aria polare continentale che ha interessato l’Europa centrale nei giorni scorsi ha dato vita a un ciclone sulla penisola Iberica, alimentato in queste ore da una nuova perturbazione Atlantica che ne alimenta l’intensità. Questo sistema depressionario, adesso, è in procinto di interrompere il suo moto retrogrado lungo il bordo meridionale dell’anticiclone, generando una nuova intensificazione del gradiente termico per effetto del contatto della massa d’aria fredda associata a questa depressione con il flusso zonale derivato. Già oggi forti precipitazioni hanno interessato la Spagna centro/orientale e meridionale, con abbondanti nevicate fin a bassa quota. Domani il maltempo si sposterà sull’Italia più occidentale, con una ciclogenesi nel mare tra Sardegna e Baleari.

    L’analisi per domani, venerdì 1 marzo: “Il fronte caldo interessa l’isola già dal mattino muovendo vero le Regioni centrali tirreniche, mentre l’aria calda e secca della wcb dissipa temporaneamente la nuvolosità sul basso versante tirrenico e sulla Sicilia. Il fronte freddo segue rapidamente interessando la catena dell’atlante, il cui flusso in uscita sud-occidentale fornisce un ulteriore forcing alla depressione, configurando le condizioni per eventi convettivi organizzati pre-frontali sulla Sardegna già da metà giornata. Successivamente, con l’occlusione che si dispone al traverso della Sardegna generando fenomeni intensi e diffusi sul suo bordo orientale, la comma post-frontale muove un cluster di cb sul canale di Sardegna, ove si realizza una convergenza nei bassi strati che organizza la convezione; il fronte freddo raggiunge la Sicilia occidentale nella serata. Deboli Fenomeni da fronte caldo vanno infine ad interessare le regioni del Medio e basso tirreno nel corso del pomeriggio. Vento ancora Sostenuto dai quadranti orientali sulle isole maggiori e sulle Regioni del medio e basso tirreno”.
    L’evoluzione per sabato 2 marzo: “L’occlusione si dispone tra la Sardegna e la Calabria generando ancora precipitazioni diffuse ed intense, specie su quest’ultima, mentre la comma post-frontale giunge sulla sicilia occidentale. Gli eventi assumono caratteristica convettiva anche per effetto del contributo orografico sull’appennino meridionale. Piogge da deboli a moderate interessano gran parte del centro-sud in presenza inoltre di una sostenuta ventilazione da nord-est su gran parte del paese”.

    Contestualmente, i meteorologi dell’aeronautica hanno diramato un avviso di fenomeni meteo estremidalle prime ore della giornata di domani 01 marzo 2013 e per le successive 24-36 ore” prevedendo “piogge intense e persistenti sulla Sardegna, con temporali forti da meta’ giornata sul settore meridionale della Sardegna e nel pomeriggio sulle coste orientali della stessa. I temporali forti si estenderanno nella serata e nella notte alla Sicilia giungendo infine ad interessare la Calabria e la Basilicata jonica nella mattinata di dopodomani 02 marzo 2013. Vento forte dai quadranti orientali sulla Sardegna in estensione nella prima mattinata alla sicilia e dalla notte e dalle prime ore di dopodomani 02 marzo 2013 alla Calabria ed alla Puglia”.

    Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, venerdì 1 marzo 2013. Nord: cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, salvo residui annuvolamenti al mattino sulla fascia sub-alpina piemontese e su quella sub-appenninica emiliana. Nubi medio alte in aumento dalla tarda mattinata sulla Liguria e sull’Appennino tosco-emiliano. Nebbie piuttosto diffuse e a tratti compatte sul bacino del Po. Centro e Sardegna: cielo coperto sulla Sardegna, con piogge diffuse gia’ dal primo mattino sulla costa occidentale e temporali anche intensi in arrivo sulla costa meridionale nella tarda mattinata. Nel pomeriggio la pioggia si fara’ persistente su tutta l’isola, ma le piogge e i temporali risulteranno forti soprattutto sulla costa orientale. Sul centro peninsulare nebbie diffuse nelle prime ore del giorno sulle regioni adriatiche e nell’entroterra toscano, con nuvolosita’ medio alta che da scarsa tendera’ a divenire diffusa ad iniziare dalle regioni tirreniche e in estensione a tutto il centro per la sera. Deboli piogge serali tra bassa Toscana, Umbria e Lazio, con neve oltre i 1500 metri di quota. Sud e Sicilia: nebbie in banchi nelle valli piu’ interne e sul Tavoliere delle Puglie nelle prime ore del giorno. Nuvolosita’ alta e sottile gia’ dal mattino sulla Sicilia in trasferimento alla Calabria ed al resto del sud peninsulare, seguita dal tardo pomeriggio e dalla sera da nubi piu’ compatte e diffuse ad iniziare dalla Sicilia occidentale, dove per la tarda serata sono attese delle piogge e dei temporali anche intensi. Temperature: minime in lieve diminuzione al nord, in aumento anche consistente su Sardegna e Sicilia e senza variazioni importanti sul resto del paese. Massime in aumento sulla Sicilia e sul Piemonte e senza variazioni di rilievo sul resto del territorio. Venti: forti dai quadranti orientali sulla Sardegna e sulla Sicilia. Moderati, sempre dai quadranti orientali sul resto del paese, con l’esclusione della Pianura Padana dove il vento sara’ debole variabile; tendenza a rinforzo del vento su tutta la fascia tirrenica e sulla Liguria nella seconda parte della giornata. Mari: agitati il Canale di Sardegna e il medio e basso Tirreno settori ovest; molto agitato lo Stretto di Sicilia; molto mossi il Mar Ligure, lo Jonio meridionale e l’alto Tirreno e il medio e basso Tirreno settori est, ma con moto ondoso piu’ attenuato sottocosta su questi ultimi. Poco mossi l’Adriatico e lo Jonio settentrionale.

    Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. Sabato 2 marzo Nord: tempo stabile, ma con annuvolamenti diffusi per nubi basse sulla Pianura Padana occidentale e con nebbie a tratti compatte sul bacino del Po, che tuttavia tenderanno a dissiparsi nelle ore centrali del giorno. Centro e Sardegna: molto nuvoloso o coperto sulla Sardegna, ancora con piogge diffuse e a tratti intense sulla costa orientale dell’isola e nell’entroterra. Miglioramento con ampie schiarite ad iniziare dal settore occidentale nel corso del pomeriggio. Sereno o poco nuvoloso su Toscana, Umbria settentrionale e Marche, seppur con qualche annuvolamento in area appenninica. Molte nubi sul resto del centro con piogge sparse e neve sulle cime appenniniche nella mattinata e con tendenza al miglioramento nella seconda parte della giornata. Sud e Sicilia: sulla Sicilia alle piogge intense sul settore orientale della notte seguiranno delle rapide schiarite, seguite pero’ da altrettanto rapidi nuovi annuvolamenti con piogge sparse e isolati temporali. Cielo coperto sul meridione peninsulare, con piogge diffuse ma non intense, fatta eccezione per la Calabria, dove le precipitazioni saranno invece forti e assumeranno anche carattere temporalesco; fenomeni intensi che nel pomeriggio e nella serata giungeranno ad interessare anche la Basilicata jonica e la Puglia salentina. Temperature: minime in lieve diminuzione sulla Sardegna, stazionarie al nord e in deciso aumento al centro-sud e sulla Sicilia. Massime stazionarie al nord, sulla Toscana e sulla Sardegna e in diminuzione sul resto del centro, al sud e sulla Sicilia. Venti: deboli da est in Pianura Padana, ma con rinforzi sulle coste dell’alto Adriatico. Moderati da nord-est al centro e sulla Sardegna, ma con locali rinforzi. Forti da nord-est sul meridione peninsulare, con ulteriori rinforzi sulla Calabria jonica e sulla Puglia salentina. Moderati sulla Sicilia, da nord sul settore settentrionale dell’isola e da ovest su quello meridionale. Mari: molto mossi o agitati il medio e basso Tirreno e lo Jonio. Molto mossi il Mare e Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, il Mar Ligure e l’Adriatico, ma con moto ondoso in aumento sul basso Adriatico e sul Canale d’Otranto nella seconda parte della giornata. Domenica 3 marzo Nuvolosita’ variabile al sud, specie sulle regioni joniche e sulla Sicilia, ancora con qualche pioggia al mattino ma con tendenza a rasserenamenti. Stabile e soleggiato sul resto del paese, con nebbie in banchi in Pianura Padana e nelle valli del centro nelle prime ore del giorno e dopo il tramonto. Temperature in aumento, specie al centro-nord e specie nel valori massimi. Venti ancora sostenuti dai quadranti settentrionali al sud e piu’ attenuati al centro-nord. Mossi o molto mossi i bacini meridionali, poco significativo il moto ondoso dei rimanenti bacini. Lunedi’ 4 marzo Tempo stabile su tutte le regioni, con soleggiamento diffuso ma anche con nebbie compatte in Pianura Padana e nelle valli del centro. Poche nubi in piu’ sulla Sicilia nella mattinata e qualche velatura in arrivo sulla Sardegna nel corso del pomeriggio. Temperature in aumento, in genere deboli tendenti a provenire dai quadranti meridionali per fine giornata e mari da poco mossi a mossi. Martedi’ 5 marzo e Mercoledi’ 6 marzo Tendenza al peggioramento, con nubi in aumento sulle isole maggiori e sulle regioni tirreniche per martedi’. Nubi diffuse e piogge altrettanto diffuse su gran parte del paese per mercoledi’.