Allerta Meteo, la protezione civile: “da domani forti nevicate al nord e nubifragi al centro/sud”

MeteoWeb

Un impulso perturbato freddo attualmente posizionato sull’Europa orientale nel corso della giornata di domani scenderà progressivamente verso il Mediterraneo centrale, determinando una fase di maltempo sul nostro Paese, con nevicate fino a quote di pianura sulle regioni del nord. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, in particolare, dalle prime ore della giornata di domani, giovedì 21 febbraio, precipitazioni a prevalente carattere nevoso fino a quote di pianura con apporti al suolo significativi su Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

IL BOLLETTINO PER DOMANI, GIOVEDI’ 21 FEBBRAIO 2013:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, su tutte le regioni settentrionali e su Toscana, Umbria, Marche e Lazio settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati in particolare su Emilia-Romagna, Veneto meridionale, Liguria di Levante ed Appennino toscano;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Puglia centro-meridionale e settori ionici di Basilicata, Calabria e Sicilia con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– isolate, su Sardegna meridionale, Campania meridionale e restanti zone di Basilicata, Puglia e Calabria, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate:
– fino ai 200-400 metri su Liguria, Romagna e Toscana settentrionale ed orientale con apporti al suolo deboli;
– fino a quote di pianura su Emilia-Romagna centro-occidentale e Veneto meridionale con apporti al suolo generalmente moderati;
– fino a quote di pianura sul resto del Nord con apporti al suolo da deboli a localmente moderati;
– al di sopra dei 600-800 metri su Umbria, Marche e restanti zone della Toscana con apporti al suolo deboli.
Visibilità: ridotta nelle precipitazioni.
Temperature: in sensibile calo le massime sulle regioni settentrionali.
Venti: forti settentrionali sulla Liguria e sul Triestino e localmente su coste Venete ed Emilia-Romagna; localmente forti meridionali od orientali su Puglia meridionale e zone ioniche.
Mari: molto mossi tutti i bacini meridionale e localmente l’Alto Adriatico ed i Mari prospicienti le Bocche di Bonifacio.

IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, VENERDI’ 22 FEBBRAIO 2013:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse su Sardegna occidentale, Lazio meridionale ed orientale, Campania ed Umbria orientale con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana meridionale ed orientale, sul resto di Sardegna, Campania, Lazio ed Umbria, su Marche e Romagna e sulla Sicilia occidentale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– isolate sul resto del Paese, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate:
– al di sopra dei 200-400 metri su Liguria, settori settentrionali di Toscana, Umbria e Marche, con apporti al suolo da deboli a moderati specie sulle regioni adriatiche;
– nevicate fino a quote di pianura sul resto del nord con quantitativi cumulati da deboli a moderati in particolare sulla Emilia-Romagna;
– al di sopra dei 600-800 metri sulle restanti zone dell’Appennino centrale con apporti al suolo da deboli a moderati specie sulle regioni adriatiche;
Visibilità: ridotta nelle precipitazioni.
Temperature: in sensibile aumento le minime al centro.
Venti: forti sud-occidentali su Sardegna, Sicilia e regioni del medio e basso Tirreno; localmente forti meridionali sul resto del sud e da nord sulla Liguria.
Mari: molto mossi, localmente agitati i bacini occidentali e meridionali.