Animali: le tartarughe liuto dell’Oceano Pacifico rischiano di scomparire

MeteoWeb

Le popolazioni di tartarughe liuto, seriamente a rischio estinzione, che nidificano sulle spiagge dell’Indonesia nell’oceano Pacifico Occidentale potrebbero perdere l’ultima possibilità di sopravvivere, secondo una nuova ricerca internazionale promossa dalla State University della Papua indonesiana e dell’Universita’ dell’Alabama. Lo studio pubblicato su ‘Ecosphere’ documenta il costante e incessante declino delle attività di nidificazione delle tartarughe liuto (Dermochelys coriacea) su alcune aree dell’oceano Pacifico Occidentale. Almeno il 75% delle tartarughe liuto ad Ovest dell’oceano Pacifico cova le uova sulle poche spiagge dell’area nota come Penisola Capo d’Uccello. La nuova indagine ha dimostrato che il numero di nidi di tartaruga in questa zona della Papua indonesiana e’ calato del 78 per cento negli ultimi ventisette anni. Le femmine di tartaruga liuto, le piu’ grandi tartarughe marine al mondo, depositano una serie di circa cento uova in diversi momenti durante la stagione di nidificazione. Dopo circa due mesi i piccoli emergono dal nido e entrano nell’oceano, dove maturano e migrano fino alla California per nutrirsi delle meduse. Le cause del declino dei nidi di queste tartarughe, secondo i ricercatori, sono diverse: l’ampia raccolta delle uova, la predazione dei nidi ad opera dei suini selvatici e di altri predatori e la cattura accidentale effettuata dalla pesca commerciale. I ricercatori sostengono che per salvare le tartarughe liuto e’ necessario agire nell’immediato e proteggere efficacemente le aree di nidificazione e foraggiamento. In caso contrario, assisteremo a breve all’estinzione definitiva di questa specie.