Catania come Napoli, le due città “gemelle del…geyser”

MeteoWeb

Nubifragio a Catania, ieri, 21 febbraio 2013: da 80 a 100 mm di pioggia in un’ora, tipico evento causato dal transito di cumulonembi sulla città come accadde il 1 ottobre 2009 nel messinese. Anche la via Etnea è diventata un alveo-strada; danni milionari. Lungo le strade sono spuntati i geyser di acqua di fogna che zampillava in pressione come avvenne il 12 ottobre 2012 nella stazione della metropolitana di Piazza Garibaldi a Napoli in seguito ad una pioggia di circa 50-60 mm in 50 minuti rilasciata dal solito cumulonembo che transitava sulla città. Catania come Napoli, gemellate da geyser; gemellate, come tutte le aree urbane, dalla mancanza di difesa idrogeologica in relazione ai micidiali meteo-serial-killers cumulonembi. La Protezione civile non riesce ancora a capire che contro questi spietati eventi naturali c’è solo una difesa in grado di assicurare almeno l’incolumità dei cittadini: un sistema di allarme idrogeologico immediato come da noi proposto dopo i disastrosi eventi delle Cinque Terre, di Genova e del messinese tirrenico dello scorso autunno.