Collaborazione tra Cina e Giappone nella lotta contro l’inquinamento atmosferico

MeteoWeb
L'inquinamento atmosferico in Cina

Cina e Giappone uniti nella lotta contro l’inquinamento. Le due potenze asiatiche hanno confermato l’intenzione dei paesi a collaborare per attuare politiche che riducano l’inquinamento atmosferico. Venerd scorso i funzionari dei due paesi si sono incontrati a Pechino nel corso della prima riunione intergovernativa sull’inquinamento atmosferico. A suscitare particolare preoccupazione è stata la situazione cinese: a gennaio in Cina la qualità dell’aria ha registrato un netto calo a causa dei livelli elevati di PM2.5 (polveri sottili dal diametro di un quarto di centesimo di millimetro) e di altri inquinanti. Anche i n Giappone, comunque, aumentano le preoccupazioni. Il mese scorso, ad esempio, il nuovo premier Shinzo Abe ha annunciato che il suo Paese non potrà rispettare l’impegno a diminuire del 25% le emissioni di CO2 nell’atmosfera entro il 2020 (rispetto ai parametri del 1990). La chiusura delle centrali nucleari impone infatti di produrre energia con metodi più inquinanti Secondo quanto riporta la stampa giapponese, il paese del Sol Levante – oltre ad aiutare i “vicini cinesi” ad elaborare contromisure sulle polveri sottili – punta a collaborare sulla questione anche con la Corea del Sud. Per questo motivo è in programma a maggio una riunione tra i ministri dell’Ambiente dei tre paesi.