Filippine: autopsia per Lolong, il coccodrillo più grande del mondo misteriosamente morto due giorni fa

    /
    MeteoWeb

    Lolong, il piu’ grande coccodrillo marino (Crocodylus Porosus) mai catturato, morto per cause misteriose nel Sud delle Filippine e’ stato sottoposto ad un’autopsia. I test saranno utili a dimostrare se l’animale e’ morto a causa di maltrattamenti o avvelenamento nel piccolo recinto dove era in mostra per i turisti sin dal 2011 quando era stato catturato in una palude. Lolong misurava oltre sei metri ed e’ deceduto domenica scorsa. “Vogliamo scoprire la vera causa della sua morte per evitare che si speculi o si faccia cattiva informazione su questo triste episodio”, ha spiegato in una nota Mundita Lim, responsabile del Protected Areas and Wildlife Bureau nelle Filippine. “I risultati dell’autopsia non saranno noti fino alla fine di questa settimana possiamo pero’ gia’ comunicare che i veterinari che hanno effettuato le analisi non hanno rilevato alcuna traccia di materiale nocivo all’interno del corpo”, ha precisato Mundita Lim, smentendo le notizie diffuse dalla stampa locale sulla presunta morte del coccodrillo gigante per avvelenamento da ingestione di plastica o nylon. La Peta (People for the Ethical Treatment of Animals) in un comunicato ha stigmatizzato lo sradicamento di questi coccodrilli dal proprio habitat naturale per scopi turistici, sostenendo che Lolong sia morto per lo stress subito negli anni. Negli habitat i coccodrilli marini tendono a vivere, infatti, fino a cento anni mentre Lolong e’ morto a sessant’anni. Il coccodrillo era famoso perche’ era stato catturato in una palude vicino alla citta’ di Bunawan nel settembre del 2011 dopo essere stato “accusato” di aver staccato la testa ad una ragazza e mangiato un pescatore. Lolong e’ nel Guinness dei Primati per essere il coccodrillo marino piu’ grande del mondo.