Intensa perturbazione invernale fra Pakistan e India nord-occidentale, segnalati temporali e nevicate intense sui rilievi

MeteoWeb

Una perturbazione, dalle chiare caratteristiche invernali, sta interessando il Pakistan, l’Afghanistan e l’India nord-occidentale, dispensando piogge, rovesci e persino dei temporali sul Pakistan centro-settentrionale, mentre sulle montagne sta cadendo tanta neve, ma al di sopra dei 1500-1600 metri, e solo a quote più basse sull’Afghanistan settentrionale. La circolazione depressionaria in fase di colmamento, figlia dei resti dell’ex “CUT-OFF” che nei giorni scorsi ha sostato fra Iraq e Iran, dando luogo a fitte nevicate sui monti Zagros, dal Pakistan settentrionale si muove verso i rilievi del Kashmir indiano e l’Himalaya occidentale, dove nelle prossime ore si verificheranno abbondanti nevicate, sopra i 1500-1600 metri. Forti temporali si sono sviluppati sulle aree del Pakistan settentrionale, causa l’afflusso di masse d’aria piuttosto fredde in quota, dal bordo destro del vecchio “CUT-OFF” in quota, che si sono sovrapposte all’aria più calda e umida preesistente nei bassi strati, sopra le sottostanti vallate e le pianure del Pakistan centrale. I notevoli divari termici hanno sviluppato intensi moti convettivi, facilitati dalla forzatura orografica locale, che hanno agevolato la formazione di questi temporali, localmente anche di moderata o forte intensità. Sulla capitale pakistana Islamabad si è abbattuto un intenso temporale, caratterizzato da attività elettrica, intensi rovesci di pioggia e forti colpi di vento, con raffiche fino a 74 km/h, che è andato avanti per gran parte del pomeriggio, quando il termometro è scivolato sotto i +8°C. In alcune aree, non lontano dalla capitale Islamabad, durante i passaggi temporaleschi si sono verificate pure delle brevi ma intense grandinate che hanno lasciato persino degli accumuli al suolo. La circolazione depressionaria in quota andrà a colmarsi entro domani, addossandosi sui rilievi dell’Hindu Kush, dove si verifericheranno abbondanti nevicate fin dai 1200-1300 metri.

Ecco la perturbazione invernale fra Pakistan e India