Le previsioni meteo dell’aeronautica militare per oggi e domani

MeteoWeb

Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: correnti settentrionali debolmente instabili interessano l’Italia e si dimostrano piu’ attive sulle regioni meridionali e su parte di quelle centrali. Tempo previsto fino alle 24 di oggi Nord: nuvolosita’ irregolare anche intensa sul settore alpino e prealpino con isolate nevicate, dal Veneto alla Valle d’Aosta compresi, a quote superiori agli 800 metri; poche nubi inizialmente sul resto del nord ma con foschie dense ed isolati banchi di nebbia sulle pianure e lungo i litorali adriatici: durante la mattina nuvolosita’ in generale moderato aumento con sporadici e brevi piovaschi associati nel pomeriggio sulle coste romagnole e nell’entroterra veneto, lombardo e del Piemonte settentrionale. Centro e Sardegna: poche nubi inizialmente su Sardegna, Toscana, Umbria e Lazio ma con tendenza a generale aumento della nuvolosita’ durante il mattino: tra la tarda mattina e nel pomeriggio le nubi saranno piu’ consistenti su Sardegna orientale, Lazio ed Umbria dove si potranno avere isolate precipitazioni che saranno a carattere nevoso oltre 1000-1200 metri sulle aree peninsulari; molte nubi su Marche ed Abruzzo con sporadici piovaschi sulle coste ma con fenomeni in estensione anche alle restanti aree nel corso della mattinata, con deboli nevicate a quote intorno a 1000 metri, ed in miglioramento dalla serata. Sud e Sicilia: nuvolosita’ irregolare a tratti intensa sul meridione peninsulare e sulla Sicilia settentrionale con precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale sulla Puglia e sulle coste ioniche della Calabria, con fenomeni piu’ frequenti durante le ore centrali della giornata e con tendenza a schiarite piu’ ampie verso fine giornata. Quota neve intorno 1000-1200 metri su Molise e Campania. Temperature: tutte senza variazioni di rilievo. Venti: mediamente settentrionali di debole intensita’ ma con rinforzi sull’area ionica, sulle coste del medio-alto Adriatico e su Liguria e Toscana. Mari: localmente molto mosso lo Ionio fino a meta’ giornata; generalmente mossi tutti i restanti mari, con moto ondoso in diminuzione ad eccezione del Mar Ligure, al largo, e dell’alto Adriatico.

Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, lunedi’ 18 febbraio. Nord: in genere poche nubi, salvo annuvolamenti residui al primo mattino sulla fascia sub-alpina di Piemonte e Lombardia e sulle coste e immediato entroterra di Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, con deboli piogge sulle coste romagnole al primo mattino seguite da tendenza ad ampie schiarite. Foschia e nebbia in banchi al primo mattino lungo il bacino del Po, specie tra Piemonte e Lombardia. Centro e Sardegna: cielo nuvoloso sulla Sardegna, con qualche debole pioggia al mattino seguita da tendenza a schiarite dal pomeriggio. Poche nubi sulla Toscana e sull’Umbria occidentale, con foschie anche dense nelle valli nelle prime ore del giorno. Nuvolosita’ diffusa sul resto del centro, con piogge sparse dalla tarda mattinata e neve in area appenninica oltre i 700 metri sul versante orientale e oltre i 1.000 metri su quello occidentale. Miglioramento su Umbria e Lazio nel corso del pomeriggio e temporali in arrivo sulle coste delle Marche e soprattutto dell’Abruzzo nella serata. Sud e Sicilia: cielo nuvoloso gia’ dal mattino sulle regioni del basso versante tirrenico, sulla Sicilia e sulla Puglia salentina; poche nubi invece sul resto del Sud, ma con tendenza della nuvolosita’ ad interessare tutto il Meridione da meta’ giornata. Piogge dalla tarda mattinata su Campania, Basilicata tirrenica, Calabria e Sicilia settentrionale, in estensione al resto del Sud da meta’ giornata. Neve sull’Appennino meridionale oltre i 1.000-1.200 metri di quota, ma con quota della neve in diminuzione nel corso del pomeriggio. Temporali in arrivo sulla Puglia e sulla Calabria ionica nella serata. Temperature: minime in diminuzione su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Puglia e Basilicata e senza variazioni di rilievo sul resto del Paese. Massime generalmente stazionarie su tutte le regioni. Venti: deboli variabili o deboli occidentali in Pianura Padana. Moderati settentrionali sulle coste dell’alto Adriatico, sulle regioni centrali, sulla Sardegna, sul Molise, sulla Puglia e sulle coste ioniche della Calabria. Deboli dai quadranti meridionali sulle regioni del basso versante tirrenico e sulla Sicilia, con tendenza a provenire nuovamente da Settentrione ed a rinforzare per fine giornata. Mari: mossi l’alto Adriatico, la fascia sottocosta del medio e basso Adriatico e il Mar Ligure al largo. Poco mossi tutti gli altri mari, con moto ondoso in aumento al largo sul Tirreno.